Micromuse diventa parte integrante di Tivoli

Raggiunto un accordo. Ibm pagherà 865 milioni di dollari in contanti. L’operazione formalizzata nel primo trimestre 2006.

Il giorno dopo aver annunciato l'acquisizione di Bowstreet, in un'ottica
di ampliamento delle soluzioni Rational e WebSphere Portal, Ibm
mette a segno un'altra operazione, questa volta con Tivoli in mente.

Nella giornata di ieri la società ha in effetti diffuso
la notizia di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione, per 865
milioni di dollari in contanti, di Micromuse

, specializzata nell'area del network management.
Con questa operazione, Ibm conta di rafforzare la propria offerta Tivoli con soluzioni indirizzate alla gestione di applicazioni VoIp, video e dati su Internet.

Una volta portata a termine la transazione,
presumibilmente nel corso del primo trimestre del prossimo anno, Micromuse
diverrà business unit di Ibm all'interno della divisione Tivoli
e le sue soluzioni verranno integrate nell'offerta hardware e software di Big
Blue.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here