Mercato dei server, un primo trimestre nero

Il mercato dei server è l’ultima vittima del rallentamento dell’economia americana, con un calo di fatturato del 4% su scala globale nel primo trimestre del 2001.

Il mercato dei server è l'ultima autorevole vittima del rallentamento della locomotiva economica americana, con un calo dei fatturati del 4% su scala globale nel primo trimestre del 2001. Idc, nel suo periodico rapporto sul settore, ha calcolato che il volume d'affari generato da queste macchine è sceso a 13,3 miliardi di dollari nei primi tre mesi dell'anno, con una contrazione di mezzo miliardo di dollari rispetto al 13,8 dello stesso periodo di dodici mesi fa. Negli Stati Uniti la perdita è ancora più marcata, addirittura del 16%, con una successione negativa che passa da 5,2 a 4,4 miliardi di dollari. Un clima di questo genere non incoraggia le celebrazioni, ma Idc deve comunque registrare chi guida attualmente le classifiche di vendita. Dell e Ibm sono le uniche a poter ragionevolmente ambire a un brindisi di festeggiamento essendo le uniche due aziende che hanno fatto registrare un aumento di fatturato in questo periodo. La crescita riguarda le attività in tutto il mondo ma Dell riesce addirittura a strappare un segno positivo anche nelle vendite Usa. In base ai fatturati i primi cinque del mercato sono Ibm con un 25 percento di share, Hewlett-Packard con il 16%, Sun Microsystems con il 15,4, Compaq con il 14,7 e infine Dell, con un discreto 7%. Negli Stati Uniti Sun passa al secondo posto dietro a Ibm, seguita da Hp, Compaq e Dell.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here