Mercato dei server in calo

Gartner Dataquest ha pubblicato i dati sull’andamento delle vendite dei server nel terzo trimestre dell’anno in corso, indicando un decremento del 23,4% in un mercato che è passato dai 14,1 miliardi di dollari del terzo trimestre 2000, agli attuali 10,8 miliardi. In calo anche in Europa,

In contrazione il mercato mondiale dei server. Lo dice Gartner Dataquest, pubblicando i dati sull'andamento delle vendite dei server nel terzo trimestre dell'anno in corso. La società di ricerca parla di un decremento del 23,4% in un mercato che è passato dai 14,1 miliardi di dollari del terzo trimestre 2000, agli attuali 10,8 miliardi.

Inferiori alla media mondiale le vendite negli Stati Uniti, calate del 29,4% rispetto allo scorso anno e del 9% rispetto al trimestre precedente, con vendite assestate a 3,9 miliardi di dollari.

In crollo deciso i sistemi Unix, mentre i sistemi low end, tipicamente in ambienti Windows o Linux, “tengono” meglio.

Tra i vendor molto bene Ibm, che con i suoi 3,28 miliardi di dollari in vendite (con un calo inferiore all'1% rispetto ai 3,3 miliardi del pari periodo del precedente esercizio) distacca di molto i suoi diretti competitor, Compaq, Sun e Hp, con fatturati oscillanti tra l'1,4 e l'1,5 miliardi di dollari. Per altro, ancora Ibm è l'azienda con la crescita più significativa in termini di market share rispetto ai competitor, guadagnando il 2,3%. Secondo Gartner, le performance di Ibm derivano anche dalla capacità dell'azienda di muoversi ad ampio respiro su tutto il mercato, coprendo sia l'area Unix che quella Intel con proposte a tutti i livelli.

Per quanto riguarda la sola Europa Occidentale, i dati di Gartner parlano di un calo del 21% nelle vendite, passate a 3,6 miliardi di dollari, mentre in termini di unità si parla di un calo del 7% a 248.000 pezzi.

Anche in Europa soffre il comparto dei sistemi Risc/Unix, che mette a segno un -36% in unità e un -33% in fatturato.

Quanto ai player, la leadership resta in mano a Compaq, con 80.740 unità, in calo del 5% sul pari periodo dell'anno precedente. Distanziata in questo caso Ibm, che si ferma al secondo posto con 45.400 unità, seguita da Dell (35.430 unità), Hp, Fujitsu Siemens e Sun.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here