Mercato dei chip, per Sia il peggio è passato

Trainate dalla domanda per i nuovi dispositivi wireless e pc, le vendite di semiconduttori dovrebbero tornare a crescere – seppur in maniera lieve – già a partire dal primo trimestre 2002. Parola di Semiconductor Industry Association

L'emorragia che ha colpito il mercato dei chip
potrebbe essere meno inarrestabile di quanto sembra. Almeno stando alle ultime
stime rese note da Semiconductor Industry Association che, nonostante l'ennesimo
trimestre chiusosi con perdite a due cifre per il mercato in questione, ha
annunciato che, negli ultimi nove mesi, le vendite di chip a livello globale
(America, Europa e Asia Pacifico) sono cresciute del 3,7%. Una crescita
compromessa, però, dalla recessione che recentemente ha colpito il Giappone e
che ha finito per far crollare la domanda sotto gli 11,8 punti
percentuali.
Ciò nonostante, con un +4,8% è il mercato europeo a guidare la
ripresa del settore, seguita dall'Asia Pacifico, che ha fatto registrare un
+4,4%, mentre nelle Americhe l'aumento è stato nell'ordine
dell'1,4%.
Escludendo, quindi, il Sol Levante, la ripresa del mercato dei
chip potrebbe essere vicina, così vicina che Sia la pone già per il primo
trimestre dell'anno fiscale 2002, durante il quale è previsto un
"lieve" incremento delle vendite. A guidarlo, molto probabilmente,
sarà la domanda del mercato per i nuovi dispositivi wireless e
pc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here