Massima continuità di servizio per Contship Italia

Chiamata a erogare servizi telematici trasversali a tutte le altre società di terminal portuali che fanno parte del gruppo, La Spezia Container Terminal ha optato per la soluzione Vplex di Emc certificata per ambienti virtualizzati Vmware.

Chiamata a ospitare nei propri uffici la struttura che eroga servizi telematici trasversali a tutte le aziende che fanno parte del gruppo Contship Italia di cui anch'essa fa parte, La Spezia Container Terminal (Lsct) ha scelto di migliorare l'infrastruttura di disaster recovery aumentato le prestazioni e semplificato la gestione all'interno dell'ambiente Vmware realizzato negli anni successivi all'avvio di un articolato processo di consolidamento iniziato negli anni 2000.

Il tutto a beneficio delle società di terminal portuali del gruppo che, da La Spezia, Ravenna, Cagliari, Salerno, Gioia Tauro e, ora, anche Tangeri, pur dotate di una propria infrastruttura It per gestire le operazioni e le necessità locali, beneficiano di un'unica funzione di coordinamento centrale che ha il compito di cercare sinergie, stabilire linee guida, ottimizzare gli investimenti e ottenere economie di scala per tutte le controllate.

Una situazione definita “ottimale” da Mario Scimone (nella foto) che, in qualità di responsabile del gruppo servizi telematici di Contship Italia, in una nota ufficiale ha ripercorso le tappe salienti di una struttura che ha permesso al business del gruppo, che ha come core attività e investimenti nel settore terminalistico portuale e nei servizi collegati alla gestione del container, di sperimentare e validare nuove soluzioni tecnologiche.

Tra queste la San basata su Emc Symmetrix e le connessioni in fibra ottica che, nel 2005, hanno permesso alle società di Contship Italia, che occupano complessivamente una superficie portuale di oltre 3 milioni di metri quadri e movimentano più di 5,6 milioni di contenitori ogni anno, di consolidare i dati migliorando il livello dei servizi erogati, dando vita anche un processo di virtualizzazione in ambiente Vmware che, in Lsct, è diventato standard.

In tal senso, nel 2008, in occasione della costruzione del nuovo centro direzionale di La Spezia Container Terminal, è stato creato un nuovo e moderno datacenter nel quale risiede ora un'infrastruttura di blade server con circa 10 macchine virtuali che condividono un sistema Emc CLARiiON Cx40. Connessa in fibra ottica proprietaria, nell'infrastruttura di quello che è ora il sito secondario, avviene la replica sincrona dei dati per garantire una rapida ripartenza delle applicazione in caso di failure del sito primario.

Al fine di migliorare la disponibilità dell'It come condizione indispensabile per svolgere le operazioni di movimentazione dei container si è, infine, optato per il sistema Vplex di Emc certificato per l'ambiente Vmware e installato sia nel sito primario che in quello secondario della sede di La Spezia dalla quale vengono erogati i servizi di rete a tutte le altre aziende del Gruppo. In questo modo, è possibile effettuare una replica sincrona di tutti i dati per renderli disponibili sempre, da tutte le virtual machine e in qualsiasi condizione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here