Man Truck & Bus Italia fa business continuity con SanSymphony-V

Implementata in soli 3 mesi da Serverlab, la versione 9.0 della piattaforma di storage virtuale firmata DataCore ha ridotto da 11 a 4 i server presenti nella filiale italiana del brand tedesco attivo nel settore trasporti.

Chiamata da Man Truck & Bus Italia e da Man Financial Services Italia a soddisfare un'esigenza di consolidamento e virtualizzazione e a formulare un efficiente piano di recovery, Serverlab ha risposto con la versione 9.0 di DataCore SanSymphony-V.

Installata in tre mesi dalla presentazione del progetto, l'infrastruttura progetta e configurata in soli 30 giorni dall'azienda di Faenza specializzata in tecnologie di centralizzazione, virtualizzazione e continuità operativa, ha permesso all'importatore italiano del costruttore di veicoli industriali e fornitore di innovative soluzioni di trasporto di standardizzare la procedura Business continuity esistente, di consolidare gli 11 server multimarca presenti riducendo, di conseguenza, le spese legate ai singoli contratti di manutenzione.

Il ché ha permesso al team It della filiale italiana dell'azienda tedesca, guidato dalla sede di Dossobuono (Vr) da Alessandro Zamboni, di concentrarsi su attività “core”, come il supporto ai 140 dipendenti presenti in Italia anche nelle sedi di Anagni (Fr) e Piacenza, e sui servizi di help desk erogati ai 120 partner, tra officine e concessionari, dislocati lungo tutto lo Stivale.

Attento a semplificare la gestione e ottenere l'ampliamento dei servizi di posta elettronica, autenticazione e di file server distribuiti nelle già citate sedi locali, Zamboni si trova ora in casa un totale di quattro server, due dei quali utilizzati come nodi Wmware, gli altri dedicati allo storage in Business continuity, per un volume di 5 Tb ridondati in due nodi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here