Made in India il palmare con Linux nel cuore

Un progetto accademico per sviluppare un palmare a basso costo. Con risultati superiori alle attese e prospettive di portarlo al di fuori dell’India.

30 marzo 2004 L'obiettivo iniziale era di carattere meramente
economico: sviluppare un dispositivo portatile a basso costo, accessibile a
utenti consumer e professionisti con possibilità di spesa davvero limitate. Una
sorta di "computer dei poveri", come poco carinamente era stato inizialmente
presentato.
I risultati sono però davvero superiori alle pur limitate
aspettative iniziali e lo strumento che ne è nato di fatto racchiude in sè
 un organizer, un lettore Mp3, e una serie di funzionalità avanzate quali
ad esempio il riconoscimento della scrittura.
Stiamo parlando di un prodotto
sviluppato e prodotto in India e destinato al mercato locale, che rappresenta
però una interessante alternativa a soluzioni sicuramente più blasonate.
Si
chiama Amida Simputer, ha cuore Linux, ed è
stato sviluppato da PicoPeta Simputers, un gruppo accademico di
Bangalore, e viene prodotto da Bharat Electronics, di proprietà
statale.
Interessante, tra le funzionalità offerte, è il supporto multilingua
anche per quale che riguarda il riconoscimento calligrafico, fondamentale in un
contesto quale quello indiano.
Per altro, oltre a Hindi e Kannada, le due
lingue attualmente supportate, in previsione già si pensa a nuovi idiomi, cosa
che consentirebbe di portare il progetto e il prodotto al di là dei già non
angusti confini del Paese.
Attualmente Amida Simputer viene offerto in 3
modelli, con processore Arm a 206 MHz e 64 Mb di Ram, lettore di smart card e
touch screen da 3,8 pollici. Può essere connesso a un telefono Cdma per la
gestione delle email e per la navigazione Internet e viene proposto a un prezzo
compreso tra i 240 e i 480 dollari.
Finora è stato utilizzato in applicazioni
di egovernance o di microfinanza, soprattutto nelle zone rurali dell'India, ma,
a partire dal prossimo mese, sarà offerto al mercato aperto, attraverso i punti
vendita retail.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here