macOS Mojave, le dieci funzioni che migliorano il Mac

macOS Mojave

Tra le novità presentate da Apple agli sviluppatori alla WWDC 2018, un ruolo importante lo ha avuto la nuova versione del sistema operativo per i computer macOS Mojave.

E non poteva essere altrimenti visto l’elevato numero di nuove funzioni introdotte. Tra tutte ne abbiamo selezionate 10 che sono sicuramente destinate a modificare, semplificandolo, il modo con sono usati i Mac. Una precisazione è d’obbligo.

Nonostante molte delle novità avvicinino sempre di più macOS a iOS, Apple ha affermato che al momento non c’è alcuna intenzione di “fondere” i due ambienti. Continueranno perciò a percorrere due strade distinte, anche se con sempre più punti di contatto.

Ricordiamo inoltre che Apple ha già reso disponibile una versione preliminare di macOS Mojave per gli iscritti all’Apple Developer Program su developer.apple.com. Una versione beta pubblica sarà poi disponibile per gli utenti Mac a fine giugno su beta.apple.com. Nella forma definitiva, macOS Mojave sarà disponibile in autunno come aggiornamento software gratuito. Apple precisa che potranno installare il nuovo sistema operativo i Mac introdotti a metà 2012 o successivamente e i modelli di Mac Pro del 2010 e del 2012 con schede grafiche compatibili con Metal raccomandate. Alcune funzioni potrebbero non essere disponibili in tutte le lingue o in tutte le aree geografiche.

1. Dark Mode

Non si può non iniziare con Dark Mode, ovvero la funzione che consente di trasformare la Scrivania con uno schema colori più scuro, che mette in risalto i contenuti mentre i controlli restano in background. Non sarà una funzione che stravolge l'uso del Mac, ma l’impatto visivo è notevole. Le app integrate nel sistema operativo, come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto includono tutte design pensati per la nuova Dark Mode. Con l’arrivo di macOS Mojave sarà possibile passare da una Scrivania chiara a una scura. Gli sviluppatori possono usare un’apposita API per implementare Dark Mode nelle loro app.

2. Dynamic Desktop 

Oltre che per le nuove combinazioni cromatiche, Dark Mode colpisce per la sensazione di professionalità che dà. Tuttavia, avere sempre una Scrivania con temi scuri può non soddisfare il gusto di tutti gli utenti. Chi preferisce avere tinte che variano nell’arco della giornata apprezzerà sicuramente la nuova funzione Dynamic Desktop, che modifica in automatico l’illuminazione della Scrivania in base all’ora del giorno.

3. Stacks

C’è qualcuno che non lascia mai documenti sparsi sulla scrivania, riproponendosi di ordinarli in un secondo momento? Crediamo siano davvero molto poche le risposte affermative. E di questo è cosciente anche Apple. Infatti ha introdotto in macOS Mojave la funzione Stacks. Questa, sostiene l’azienda, può organizzare persino le Scrivanie più disordinate impilando automaticamente i file in gruppi ben ordinati basati sul tipo di documento. Gli utenti possono personalizzare le “pile” di file in base ad altri attributi, come per esempio la data o i tag.

4. Gallery View

Anche il Finder è stato significativamente aggiornato in macOS Mojave con una nuova Gallery View che consente di scorrere visivamente i file. Il pannello dell’anteprima mostra ora tutti i metadati di un documento, così è più facile gestire interi asset di contenuti. Le azioni rapide permettono di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder. Tramite la nuova funzione Visualizzazione rapida si ha un’anteprima full-size dei documenti editabile. È infatti possibile ruotare e ritagliare le immagini, annotare PDF e tagliare clip audio e video senza dover aprire l’app corrispondente.

5. Chiamate FaceTime di gruppo

Come accade in iOS 12, anche in macOS Mojave FaceTime permette ora chiamate di gruppo  per chattare con più persone contemporaneamente. Si possono aggiungere partecipanti in qualsiasi momento, se la conversazione è ancora attiva, e ci si può unire alla chat usando l’audio o il video da un iPhone, iPad o Mac. E ora consentito partecipare usando l’audio FaceTime dall’Apple Watch.

6. Da iOS arrivano le app News, Borsa, Memo vocali e Casa

Niente fusione tra macOS e iOS, ma sempre più punti in comune. Come le app News, Borsa, Memo vocali e Casa, che fanno il loro esordio anche su Mac. In questo modo, tramite News gli utenti possono ora seguire le loro pubblicazioni preferite da un’unica app. Con Casa, dal computer si controllano gli accessori HomeKit per gestire varie funzioni, come accendere e spegnere le luci o regolare le impostazioni del termostato. Grazie a Memo vocali risulta semplice registrare appunti personali, lezioni, meeting e interviste, per poi accedervi da iPhone, iPad o Mac. L’app Borsa mostra infine news selezionate sui mercati oltre a una lista personalizzata completa di quotazioni e grafici interattivi.

7. Nuovo Mac App Store

Come si sa, Mac App Store è un grande catalogo di app Mac. In macOS Mojave, Apple ha dotato Mac App Store di un look nuovo e contenuti editoriali volti a rendere ancora più facile trovare le app. Il restyling mette ancor più in evidenza le app nuove e aggiornate nella scheda Discover. Mentre le schede Create, Work, Play e Develop aiutano gli utenti a trovare app per uno scopo o progetto specifico. Numerose app dei più importanti sviluppatori saranno presto disponibili sul Mac App Store: tra queste spiccano Microsoft Office e Adobe Lightroom CC.

8. Sicurezza e privacy

Come per tutti gli aggiornamenti software Apple, sicurezza e privacy rappresentano priorità assolute anche in macOS Mojave. In Safari, l’evoluta funzione Intelligent Tracking Prevention aiuta a impedire ai pulsanti “Mi piace” o “Condividi” dei social media e ai widget di commento di tracciare gli utenti senza la loro autorizzazione. Safari condivide inoltre informazioni di sistema semplificate quando gli utenti navigano sul web: in questo modo non vengono tracciati in base alla loro configurazione di sistema. Safari crea, compila e memorizza in automatico password forti quando gli utenti creano nuovi account online e contrassegna le password riutilizzate così gli utenti possono cambiarle. I nuovi livelli di protezione dei dati richiedono alle app di ottenere l’autorizzazione dell’utente prima di usare la videocamera e il microfono del Mac o di accedere a dati personali come la cronologia di Mail e il database dei messaggi.

9. Screenshot

Quella che consente di registrare degli screenshot è funzione molto comoda, ma forse non tra le più usate. Con macOS Mojave le cose potrebbero però cambiare perché la funzione evolve e diventa più versatile, ma anche più completa. Nella nuova versione del sistema operativo gli screenshot offrono nuovi controlli on-screen per accedere facilmente a tutte le opzioni e, soprattutto, introduce anche la capacità di registrare video. Un workflow semplificato consente di condividere gli screenshot senza creare disordine sulla Scrivania.

10. Continuity Camera

Molto comoda, la funzione Continuity permette di iniziare un’attività su un dispositivo (per esempio un iPad) e completarla su un altro (per esempio su un Mac) senza soluzione di continuità, ripartendo esattamente dal punto in cui la si è lasciata. Allo stesso modo, la nuova funzione Continuity Camera consente agli utenti Mac di scattare una foto o acquisire un documento nelle vicinanze con il loro iPhone o iPad e visualizzarlo all’istante sul Mac.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here