Lucent supera Nortel e intravvede la luce fuori dal tunnel

Nel secondo trimestre del 2001, le vendite hanno superato quelle della rivale. Il segmento però è tutt’altro che in salute. Ciononostante, Il Ceo Schacht promette il ritorno ai profitti per il 2002

I risultati registrati nello scorso trimestre da Lucent Technologies le
sono valsi il gradino più alto del podio nel mercato dei dispositivi ottici
davanti alla rivale storica, Nortel Networks.

In questo modo, la società nata da uno spin off di Hp, ha conquistato una fetta di mercato
superiore al 21% in un segmento che, a livello mondiale, è stimato valere circa
quattro miliardi di dollari.

Decisamente un bel salto in avanti, visto e considerato che nel primo trimestre la quota di mercato di Lucent non superava il 15%, mentre quella di Nortel era lievitata intorno ai 29 punti percentuali.
Alla fine del 2°Q 2001 l'eterna rivale si è attestata intorno al 16%, precedendo
di un solo punto Alcatel, terza nell'attuale classifica.

Secondo gli analisti mercato, i
positivi risultati registrati da Lucent sarebbero in larga parte frutto della
recente ristrutturazione

decisa dalla società.


Fallita lo scorso mese di maggio la fusione con Alcatel -
quando, nel tentativo di arginare l'emorragia di costi, era già stato
approntato un ingente piano di licenziamenti - Lucent si è trovata davanti
a scelte obbligate. Ceduta la propria divisione dedicata alle fibre
ottiche a Furukawa Electric e a Corning per 2,75 miliardi di dollari, la società
si è trovata ad affrontare un ulteriore riduzione del personale che,
dall'inizio dell'anno a oggi, l'ha portata al licenziamento di circa
49.500 dipendenti. Lo spin off parziale di Agere Systems e la focalizzazione su
due filoni di business, uno legato alle tecnologie di tipo
mobile l'altro alle soluzioni di rete integrate, hanno completato la
prima fase della ristrutturazione

.
 
Pur avendo risentito del rallentamento della domanda e della diminuzione degli acquisti da parte degli utenti, le vendite dei dispositivi ottici sembrano destinate a crescere, entro
il 2005, fino a raggiungere e superare i 57 miliardi di dollari.

Secondo gli analisti
di mercato, per ritagliarsi un'importante fetta di business Lucent dovrà portare a
termine anche la seconda fase della ristrutturazione

in
atto. Come? Tagliando 30 delle 200 linee di prodotto esistenti e riducendo
le spese di capitale di altri 750 milioni di dollari.
In questo modo -
stando a quanto affermato recentemente da Henry Schacht, amministratore delegato
della società -, Lucent tornerà a essere profittevole entro l'anno fiscale
2002.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here