Lucent schiera VoiceXml

Alla manifestazione Internet World che si terrà la prossima settimana a Los Angeles, Lucent Technologies ha pianificato di presentare, finalmente, il suo primo prodotto basato sulle specifiche del neo nato VoiceXml, un linguaggio di programmazio

Alla manifestazione Internet World che si terrà la prossima settimana
a Los Angeles, Lucent Technologies ha pianificato di presentare,
finalmente, il suo primo prodotto basato sulle specifiche del neo
nato VoiceXml, un linguaggio di programmazione utilizzato per
rendere i contenuti e i servizi Web accessibili a comandi vocali via
telefono. La versione 1.0 delle specifiche è stata recentemente
rilasciata al forum VoiceXml, il quale sta spingendo per il
raggiungimento di una standardizzazione. Finalmente, Lucent toglierà
i veli al suo nuovo gioiello e dimostrerà ufficialmente le
potenzialità del suo Speech Server, un server basato sulla rete che
consente ai fornitori di servizi di accedere al web semplicemente
parlando al telefono. Il server è in grado di associare un numero
telefonico con la Url corrispondente, il contenuto della quale verrà
poi letto al chiamante utilizzando il software text to speech dei
Bell Labs. Disponibile a partire dal 15 Aprile, secondo quanto
affermato dalla stessa Lucent, Speech Server è in grado di adattarsi
a un carico di milioni di utenti. Essendo stato costruito utilizzando
interfacce aperte, il server può essere utilizzato con le
apparecchiature di ogni altro venditore, e può essere installato in
reti sia di tipo voice sia dati. Le specifiche VoiceXml sono
appoggiate da più di cento compagnie, tra le quali Cisco Systems,
Ericsson, Hewlett Packard, Nortel e Novell.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here