L’Scm di Carrefour si affida al message & queueing

Al fine di rendere più efficienti i processi di acquisizione, stoccaggio, vendita e riordino merci, la catena transalpina ha scelto WebSphere Mq di Ibm e PathWai Monitor di Candle per controllare i flussi dati tra le varie piattaforme

Il dipartimento It di Carrefour, che nel 1999 ha acquisito Gs, è organizzato in tre grandi divisioni: supporto alle vendite, logistica, amministrazione finanza e controllo. I sistemi informativi hanno al proprio centro un mainframe Unisys, su cui risiedono le più recenti applicazioni di Supply chain management. Connessi al mainframe, completano la struttura diversi sistemi verticali Nt e Unix, molte stazioni Nt dedicate principalmente all'ambiente office e un certo numero di As400.
All'interno di questa struttura, un progetto importante è stato quello di rendere più efficienti i processi di acquisizione, stoccaggio, vendita e riordino delle merci, partendo da un continuo scambio di dati tra le varie piattaforme connesse alla gestione merci. Per far ciò, il gruppo francese ha scelto di sposare la metodologia message & queueing, attraverso cui un processo può scambiare dati o trasferirli a una coda di messaggi gestita a livello di sistema, utilizzando un'intefaccia. I messaggi (la cui dimensione massima in una coda è limitata dal sistema operativo) possono essere anche disomogenei per lunghezza, tipo o utilizzo. I programmi applicativi creano code e inviano e ricevono messaggi utilizzando un'Api.
La soluzione prescelta è stata WebSphere Mq di Ibm. "Il prodotto ci è parso funzionale dal punto di vista applicativo - ha commentato Claudio Bortolus, responsabile tecnologico sistemi supply chain di Carrefour - e adatto alle nostre esigenze, ma ci occorrevano tool per la gestione e la configurazione oltre a strumenti di problem determination. Da queste considerazioni, e dalla necessità per noi imprescindibile di controllare al meglio tutti i flussi di dati tra le varie piattaforme, è nata la collaborazione con Candle".


La scelta del partner

La scelta di puntare sull'azienda californiana è stata successiva a una serie di ricerche che hanno messo in luce le caratteristiche di PathWai Monitor for WebSphere, che rappresenta una soluzione integrata per gestire in modo proattivo la disponibilità delle applicazioni e rilevare, correggere e prevenire i problemi che possono mettere a rischio il corretto funzionamento delle applicazioni. Oltre a ciò, il prodotto di Candle semplifica la creazione delle reti WebSphere, che possono essere clonate utilizzando modelli di business personalizzati, e ne riduce i tempi di messa in produzione, limitando la possibilità di errore.
L'adozione del software è avvenuta gradualmente, partendo da un progetto pilota che all'inizio ha coinvolto solo una parte dei sistemi di Scm. Tale progetto è stato sviluppato in collaborazione con Candle a partire dal settembre del 2001 e nel gennaio 2002 è stata completata la fase di disegno, provvedendo all'implementazione sul mainframe, su due piattaforme Nt, tre As400 e due ambienti Unix. La fase successiva, ancora in corso, sta estendendo l'utilizzo dei medesimi strumenti a 34 realtà decentrate, interessando gli As400 che gestiscono il backoffice degli ipermercati. "Questo è stato, a tutti gli effetti, un progetto comune - è intervenuto Tiziano Furrer, account manager di Candle -, portato avanti da un team di lavoro misto, che ha condiviso la definizione degli obiettivi, della tempistica, delle soglie di allarme, delle situazioni standard, a fronte delle quali attuare o automatizzare gli interventi".
La soluzione, che permette all'operatore di essere informato in tempo reale sullo stato dei processi e, in caso di malfunzionamento, di verificare direttamente sulla propria console (integrando in un unico punto di controllo le informazioni provenienti anche da altri strumenti), ha fornito a Carrefour i tool per gestire la disponibilità delle proprie applicazioni, anche in ambienti eterogenei, dimostrandosi aperta all'integrazione di prodotti di terze parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here