Lotus alza il sipario sui Web services

In occasione della convention DevCon 2001, Lotus metterà in circolazione un kit che consentirà agli sviluppatori di dimostrare i servizi nell’ambito dei suoi prodotti di collaborazione e messaggistica.

Sarà la convention DevCon 2001, programmata per la prossima settimana a Las Vegas, la platea scelta da Lotus Development per squarciare il velo di mistero che circonda gli annunciati servizi Web. In occasione di questo evento Lotus metterà in circolazione un kit che consentirà agli sviluppatori di dimostrare i servizi nell'ambito dei prodotti Lotus di collaborazione e messaggistica. Il Web services enabling kit includerà esempi di codice, documentazione e istruzioni per l'uso delle attuali Api di prodotto ai fini della realizzazione di una interfaccia Soap (Simple object access protocol) verso un servizio accessibile via Web. La notizia arriva tramite Carl Kraenzel, stratega delle tecnologie per gli sviluppatori del quartier generale Lotus a Cambridge, nel Massachusetts. Non mancano risvolti un po' polemici nell'iniziativa. Per Kraenzel, "mentre Microsoft continua a dire che .Net sta per arrivare, noi di Lotus diciamo ai nostri clienti: “prodotti e Api di cui già disponete sono già utilizzabili così come sono”. Non c'è motivo per attendere l'arrivo di una nuova, estesa, infrastruttura". Per esempio, utilizzando le Api del Knowledge Discovery Server, il programmatore può servirsi del nuovo kit Lotus per creare un servizio di knowledge management distribuibile via Web. Tra gli altri esempi citati da Kraenzel, ci sono nuove funzionalità di “rilevamento presenze” per la piattaforma di messaggistica Lotus Sametime, con cui sarebbe possibile capire quando l'interlocutore è raggiungibile online.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here