Lombardia, tre bandi per il tessile-abbigliamento

Regione e sistema camerale varano l’iniziativa Sostes. Un progetto che intende sostenere la competitività delle imprese

Si chiama Sostes la nuova iniziativa, firmata dalla Regione Lombardia e dal sistema camerale, a sostegno delle Pmi manifatturiere che operano nel settore tessile abbigliamento.


L'intervento si articola in tre distinti bandi, tutti con il medesimo obiettivo: favorire l'innovazione tecnologica e l'adozione di percorsi per la qualificazione professionale del personale.


In sintesi
BENEFICIARI
Micro, piccole e medie imprese. Oltre che associazioni di categoria, consorzi, centri di servizi alle imprese e Ats



ATTIVITÀ AGEVOLABILI
Progetti di innovazione tecnologica (di processo, di prodotto, di organizzazione aziendale) e di qualificazione del personale (con riferimento alla formazione)


SPESE AMMISSIBILI
I tre bandi prevedono un ampio portafoglio di finanziamenti. A titolo di esempio: consulenze, acquisto licenze software, check up finanziari e energetici, corsi di formazione


AGEVOLAZIONE
L'intensità varia a seconda del bando di riferimento. L'aiuto massimo può arrivare fino al 75% delle spese ammesse


PROCEDURA
Domande da inviare sia on-line sia in formato cartaceo. La modalità di presentazione è “a sportello”




Bando innovazione Pmi manifatturiere
L'iniziativa ha lo scopo di favorire la riconversione produttiva e organizzativa, il riposizionamento strategico, l'innovazione tecnologica, di prodotto, di processo e organizzativa e di promuovere aggregazioni tra Pmi.


I contributi sono erogati con modalità a sportello nelle seguenti modalità:



  • 60% delle spese ammesse, al netto di Iva e fino a un massimo di 30.000 euro per le Pmi del sistema manifatturiero lombardo;



  • 75% delle spese ammesse, al netto dell'Iva e fino a un massimo di 30.000 euro per le Pmi del sistema manifatturiero della filiera del tessile abbigliamento il cui codice Istat (classificazione Ateco 2002) è contenuto nel seguente elenco: 17 Industrie tessili; 18 Confezione di articoli di abbigliamento, preparazione e tintura e confezione di pellicce; 25.24 Fabbricazione di altri articoli di materie plastiche; 28.75.3 Fabbricazione di altri articoli metallici e minuteria metallica.


Soggetti interessati. Per accedere al bando le imprese devono avere una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, società di persone, società di capitali, cooperative. Inoltre devono svolgere un'attività riferita ai codici Istat (Ateco 2002) Sezione D.


L'accesso al beneficio è sottoposto a altre due condizioni:


1) essere in grado di presentare un progetto cantierabile con data ultima di realizzazione delle spese e rendicontazione delle stesse entro il 29 maggio 2009;


2) essere in regola con i limiti stabiliti dalla regola de minimis.



Spese ammesse. Sono suddivise in due macro categorie, una relativa all'innovazione tecnologica, l'altra alle azioni di “rafforzamento del capitale umano”.


Gli interventi targati “Innovazione” prevedono un ampio portafoglio di ipotesi:



  • registrazione e licenza d'uso, marchi collettivi e territoriali;



  • acquisto di licenze annuali per software gestionale;



  • onorari notarili e professionali inerenti a operazioni di aggregazione;



  • spese per assistenza, consulenza, accompagnamento, ricerca e sviluppo (per esempio relative al risparmio energetico, al design industriale, a check up organizzativi, all'adozione di sistemi di gestione ambientale, alla certificazione di qualità, all'etichettatura e rintracciabilità dei prodotti, ecc.)


Per quanto riguarda la qualificazione del personale, sono finanziati corsi di formazione erogati da operatori accreditati presso la Regione Lombardia. Tra le voci di spesa ammesse, sono pure previste:



  • il rimborso delle spese di assistenza personalizzata finalizzata alla definizione del progetto di innovazione che sarà oggetto della domanda di contributo al bando Sostes;



  • il costo del personale dipendente o parasubordinato dedicato alla realizzazione del progetto.


Procedura. Le domande di candidatura vanno inviate sia on-line sia in formato cartaceo. Per l'invio on-line, le imprese devono presentare: il formulario e la domanda, compilabili nell'area riservata (del sito www.sostes.lombardia.it) dopo aver effettuato l'accesso con username e password; il piano di innovazione, sempre scaricabile nell'area riservata, che va compilato e allegato al formulario.


A completamento dell'invio telematico, deve essere inviata in formato cartaceo la sezione “Domanda” compilata on-line, stampata e firmata e con marca da bollo da 14,62 euro. Tale domanda deve pervenire all'ufficio protocollo della Camera di commercio di Milano (soggetto operativo del progetto Sostes), entro e non oltre il settimo giorno successivo a quello dell'invio on-line. La busta contente la candidatura deve riportare la seguente dicitura:



Spett.le
Progetto Sostes
c/o Camera di commercio di Milano, Ufficio protocollo
Via San Vittore al Teatro, 14
20123 Milano
“Bando contributi ed assistenza per l'innovazione delle Pmi del sistema manifatturiero lombardo con priorità alla filiera tessile-abbigliamento”




Scheda di valutazione
DIFFICOLTÀ
La presentazione della domanda non implica particolari problemi




TEMPI
I bandi non indicano tempistiche precise sulla pubblicazione delle risultanze dell'istruttoria che saranno pubblicate sul sito www.sostes.lombardia.it


COSTI
L'ammissione ai contributi è condizionata dal volume di spesa minimo, variabile fra i 5.000/10.000 euro






In dettaglio
NORMATIVA
- Bando contributi ed assistenza per l'innovazione delle Pmi del sistema manifatturiero lombardo con priorità alla filiera tessile-abbigliamento (Burl 27 febbraio 2009, n. 8 - 4° Supplemento Straordinario).




- Bando contributi ed assistenza per l'innovazione delle micro e piccole imprese del sistema distributivo al dettaglio del tessile-abbigliamento (Burl 27 febbraio 2009, n. 8 - 4° Supplemento Straordinario).


- Bando contributi per operatori per la promozione dell'innovazione ed aggregazione della filiera del tessile-abbigliamento (Burl 27 febbraio 2009, n. 8 - 4° Supplemento Straordinario).



PER INFORMAZIONI
www.sostes.lombardia.it



Criteri di valutazione. È il soggetto operativo che provvede all'esame istruttorio e all'eventuale ammissione delle richieste di contributo.


Le domande di contributo saranno valutate sulla base di cinque elementi:


1) coerenza del progetto d'investimento con gli obiettivi del bando (punteggio massimo attribuibile: 20);


2) completezza e correttezza della documentazione (punteggio massimo attribuibile: 10);


3) innovatività dell'iniziativa (punteggio massimo attribuibile: 30);


4) iniziative volte a favorire l'aggregazione imprenditoriale (punteggio massimo attribuibile: 30);


5) progetti presentati da imprese a titolarità femminile o a prevalente partecipazione femminile (punteggio massimo attribuibile: 10).


La soglia minima di ammissibilità è di 50 punti su 100.


La comunicazione ufficiale degli esiti della valutazione è resa pubblica sul sito www.sostes.lombardia.it.



Obblighi dei beneficiari. Le imprese, i cui progetti sono stati finanziati, devono ottemperare a una serie di obblighi che saranno specificati nell'atto di accettazione del contributo. Inoltre le spese dovranno essere realizzate entro e non oltre il 29 maggio 2009.


Risorse disponibili. Al bando sono state assegnate risorse per un ammontare complessivo di 5.250.000 euro, suddivise su base provinciale.


Bando contributi sistema distributivo al dettaglio
L'intervento, aperto alle micro piccole e medie imprese del settore, permette ai possibili destinatari di usufruire di un contributo pari al 75% delle spese ammesse, al netto di Iva, fino a un massimo di 10.000 euro. Il totale delle spese ammesse non deve essere inferiore a 5.000 euro.


Soggetti interessati. Rispetto all'iniziativa precedente non cambia la forma giuridica richiesta per accedere ai contributi, ovvero ditta individuale, società di persone, società di capitali, cooperative. Cambiano, invece, i codici Istat di riferimento, che sono: 52.41 Commercio al dettaglio di tessili, 52.42 Commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento, 52.43 Commercio al dettaglio di calzature e articoli in cuoio. E ovviamente, valgono anche per questo bando le regole de minimis.


Spese ammesse. Non esistono differenze sostanziali rispetto al bando esaminato in precedenza. Ciò significa che è confermata la suddivisione tra azioni destinate all'innovazione e quelle destinate alla valorizzazione delle risorse umane.


Procedura. Anche in questo caso la domanda deve essere inviata in due modalità: on-line e forma cartacea. Stessi i tempi, nel senso che le istanze sono previste a sportello, dunque vale l'ordine cronologico. Cambia, ovviamente, la dicitura da apporre nell'invio cartaceo, che è il seguente:



Spett.le
Progetto Sostes
c/o Camera di commercio di Milano, Ufficio protocollo
Via San Vittore al Teatro, 14
20123 Milano
“Bando contributi ed assistenza per lo sviluppo e l'innovazione delle micro e piccole imprese del sistema distributivo al dettaglio del tessile-abbigliamento”



Criteri di valutazione. Come si evince dalla dicitura, anche qui il soggetto responsabile della valutazione delle domande è il soggetto operativo: l'ufficio protocollo della Camera di commercio di Milano. Valgono gli stessi criteri di valutazione.


Risorse disponibili. L'ammontare complessivo è pari a 2.750.000 euro, somma suddivisa su base provinciale.


Bando innovazione e aggregazione
L'ultimo bando in esame si rivolge alle associazioni d'imprese o consorzi che adottano progetti volti a favorire la diffusione dell'innovazione e incentivare l'aggregazione tra Pmi operanti nella filiera tessile-abbigliamento. L'intervento consiste nell'erogazione di un contributo pari al 75% delle spese ammesse, al netto dell'Iva, fino a un massimo di 30.000 euro (il totale delle spese sostenute non dovrà essere inferiore a 10.000 euro, sempre al netto dell'Iva).


Soggetti beneficiari. Possono accedere al bando:



  • associazioni imprenditoriali o loro società di servizi alle imprese;



  • centri servizi alle imprese specializzate nel settore tessile-abbigliamento;



  • consorzi d'imprese;



  • Ats tra i soggetti indicati nei punti precedenti.


Altre condizioni all'accesso sono: la sede nella regione, la realizzazione delle spese entro il 29 maggio 2009 e rispetto della regola de minimis.


Spese ammesse. Condizione per beneficiare del finaziamento è la promozione dell'innovazione e dell'aggregazione fra le imprese. Per il raggiungimento di questi obiettivi, il bando ammette:



  • gli onorari notarili e professionali;



  • l'acquisto di licenze annuali di software gestionale e altre applicazioni che favoriscano la messa in rete delle aziende;



  • le spese per assistenza, consulenza, accompagnamento, ricerca e sviluppo.


Procedura. Come nei due casi precedenti, la modalità di presentazione è a sportello aperto, dunque l'attribuzione del contributo è fissata secondo l'ordine cronologico di invio. Le candidature devono essere effettuate sia on-line sia in formato cartaceo. Per l'invio on-line le imprese devono presentare: il formulario e la domanda, compilabili nell'area riservata dopo aver effettuato l'accesso con username e password; il piano di promozione dell'innovazione, scaricabile nell'area riservata, che va compilato e allegato al formulario.


A completamento dell'invio telematico, deve essere inviata in formato cartaceo la sezione “Domanda” compilata on-line, stampata e firmata e con marca da bollo da 14,62 euro. Tale domanda deve pervenire all'ufficio protocollo della camera di commercio di Milano (soggetto operativo del progetto Sostes), entro e non oltre il settimo giorno successivo a quello dell'invio on-line. La busta contente la candidatura deve riportare la seguente dicitura:



Spett.le
Progetto Sostes
c/o Camera di commercio di Milano, Ufficio protocollo
Via San Vittore al Teatro, 14
20123 Milano
“Bando contributi per operatori per la promozione dell'innovazione ed aggregazione della filiera del tessile-abbigliamento”



Criteri di valutazione. Anche per questo bando è il soggetto operativo che provvede all'esame istruttorio e all'eventuale ammissione delle richieste di contributo.


L'ammissione delle domande è sottoposta a una valutazione effettuata sulla base delle seguenti condizioni:



  • rispetto dei requisiti formali;



  • innovatività del progetto;



  • rappresentatività delle Pmi della filiera tessile abbigliamento;



  • qualificazione ed esperienza del soggetto beneficiario in tema di innovazione e aggregazione imprenditoriale nelle Pmi;



  • aderenza del progetto alle priorità regionali.


Il punteggio complessivo è calcolato sulla base dei criteri di valutazioni indicati nel box. La soglia minima di ammissibilità è di 50 punti su 100.


Il sito www.sostes.lombardia.it sarà, anche per questo bando, il punto di riferimento per la comunicazione degli esiti della valutazione.


Risorse disponibili. L'ammontare complessivo è pari a 500.000 euro.


Criteri di valutazione

























Punteggio max attribuibile



1. CARATTERISTICHE E INNOVATIVITÀ DEL PROGETTO



Descrizione del progetto attraverso i fabbisogni delle imprese e del profilo dei destinatari finali



Descrizione delle attività previste dal bando e coerenza con i fabbisogni delle imprese destinatarie



Innovatività del progetto e dell'approccio metodologico inteso come articolazione delle attività previste



Modalità di monitoraggio e valutazione dei risultati raggiunti



TOTALE CRITERIO 1



10



10



20



10



50



2. QUALIFICAZIONE ED ESPERIENZA DEL SOGGETTO BENEFICIARIO



Esperienza diretta nel campo della gestione e sviluppo delle Pmi, documentata attraverso il numero di anni di esperienza maturata, il numero e la descrizione dei progetti realizzati


Rappresentatività dell'ente, documentabile attraverso la descrizione delle attività svolte e dei servizi offerti a favore delle Pmi della filiera del tessile-abbigliamento


Esperienza diretta nel campo della gestione e sviluppo di prodotti/servizi per l'innovazione e/o aggregazione imprenditoriale delle Pmi, documentata attraverso il numero di anni di esperienza maturata, il numero e la descrizione dei progetti realizzati


TOTALE CRITERIO 2





5



15



15





35



3. PRIORITÀ REGIONALI



Specifica attenzione allo sviluppo locale



Specifica attenzione alle pari opportunità.



Specifica attenzione allo sviluppo della società


dell'informazione



TOTALE CRITERIO 3



5


5


5


15



Dove reperire le informazioni sui bandi



BERGAMO
Via Zilioli, 2


Tel. 035 3888014-015 - Fax 035 247169


E-mail: pni@bg.camcom.it



BRESCIA
Via Einaudi, 23


Tel. 030 3725264-298 - Fax 030 3725371


E-mail: pni@bs.camcom.it



COMO
Via Parini, 16


Tel. 031 256379 - Fax 031 256306


E-mail: pni@co.camcom.it



CREMONA
P.zza Stradivari, 5


Tel. 0372 490276-278 - Fax 0372 490322


E-mail: servimpresa@cr.camcom.it



LECCO
Via Tonale, 30


Tel. 0341 292212 - Fax 0341 292220


E-mail: pni@lc.camcom.it



LODI
Via Haussmann, 15


Tel. 0371 4505247-234 - Fax 0371 4505247


E-mail: sportello.informativo@lo.camcom.it



MANTOVA
L.go Pradella, 1


Tel. 0376 356043 - Fax 0376 224430


E-mail: ligabue@promoimpresaonline.it



MILANO
Via Santa Marta, 18


Tel. 02 85155340 - Fax 02 85155290


E-mail: formaper.pni@mi.camcom.it



MONZA
P.zza Cambiaghi, 5


Tel. 039 2807445 - Fax 039 2807449


E-mail: formaper@mb.camcom.it



PAVIA
C.so Strada Nuova, 47/d (ingresso Cupola Arnaboldi)


Tel. 0382 393235-271 - Fax 0382 393270


E-mail: paviasviluppo@pv.camcom.it



SONDRIO
Via Piazzi, 23


Tel. 0342 527203-236 - Fax 0342 512866


E-mail: pni@so.camcom.it



VARESE
P.zza Monte Grappa, 5


Tel. 0332 295361 - Fax 0332 286038


E-mail: pni@va.camcom.it



(per maggiori approfondimenti vedi Finanziamenti e credito, Novecento Media)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here