Lombardia, 500 milioni per lo smobilizzo di crediti fra imprese

Il 29 gennaio 2015 è la data fissata dalla Regione Lombardia per l’apertura della misura “Credito in cassa B2B”. Con un plafond complessivo di 500 milioni di euro, questa nuova linea è stata ideata per assicurare liquidità alle imprese lombarde di tutte le dimensioni che vantano crediti commerciali nei confronti di altre imprese e si affianca e completa la misura approvata lo scorso anno denominata “Credito in cassa” destinata allo smobilizzo dei crediti scaduti vantati dalle imprese lombarde nei confronti degli Enti Locali (Comuni, Unioni di Comuni e Province), la cui dotazione è passata da 1 miliardo a 500 milioni di euro.

La misura viene realizzata attraverso lo smobilizzo di crediti commerciali maturati (o maturandi) presso Intermediari Bancari o presso società di società di factoring convenzionati. Per le Pmi le linee di credito/affidamenti: devono avere un importo minimo 10.000 euro e massimo di 1.500.000 euro.(info)

La linea si articola in 2 sotto misure:

  • Liquidità alle Pmi (con un plafond di 200 milioni di euro).
    Favorisce l’accesso delle Pmi lombarde a finanziamenti finalizzati allo smobilizzo di crediti commerciali (maturati o maturandi) vantati nei confronti di altre imprese e concessi dagli intermediari finanziari aderenti.
    L’agevolazione consiste in una garanzia regionale gratuita, a copertura dell’80% massimo della singola operazione, con efficacia pari a 18 mesi -1 giorno. Il Fondo di garanzia attinge a risorse JEREMIE FESR ed ha una dotazione di 20 milioni di euro.
  • Liquidità alle grandi imprese (con un plafond di 300 milioni di euro).
    Favorisce lo smobilizzo di crediti commerciali vantati dalle grandi imprese lombarde verso altre imprese attraverso lo strumento del factoring pro-soluto.
    L’agevolazione consiste in un contributo in abbattimento del costo dell'operazione di factoring pari allo 0,75%, elevabile all’1,25% per le imprese aderenti al “Codice Italiano Pagamenti Responsabili”.
    Il plafond regionale a disposizione per il contributo ammonta a 19 milioni di euro.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here