Logitech, il ritorno di De Luca

La debolezza della posizione finanziaria e delle prospettive per l’esercizio in corso, portano il Ceo Quindlen alle dimissioni. Lo sostituisce Guerino De Luca.

Rassegna le dimissioni il Ceo di Logitech, dopo una trimestrale in rosso e previsioni al ribasso per l'intero esercizio.
Nel primo trimestre del nuovo esercizio fiscale, chiuso il 30 giugno scorso, la società ha registrato infatti perdite per 29,6 milioni di euro su un fatturato di 480 milioni, ribaltando il risultato del pari periodo dell'anno precedente, quando, a fronte di un fatturato di 479 milioni gli utili si attestarono a 19,5 milioni.

Un trimestre particolarmente negativo, che fa seguito a una serie di quarter non entusiasmanti e che hanno portato il titolo della società a perdere oltre il 50 per cento del suo valore nel corso dell'anno.

Difficoltà, dunque, per l'azienda, che non può imputare le performance negative alla sola contingenza di mercato: qualche problema, infatti, si è registrato anche nella filiera distributiva.

Per questo motivo il Ceo Gerald Quindlen ha deciso di rassegnare le dimissioni e lasciare l'incarico.
Lo sostituisce, e sembra quasi un ritorno al passato, Guerino De Luca, attuale presidente e già Ceo della società.
Se pure le nomina di De Luca sia ad interim, il Ceo ha già espresso impegno formale a far tornare Logitech alla precedente solidità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here