L’obiettivo di Ots è ampliare i target

L’azienda investe insistentemente sullo sviluppo degli skill interni, in modo da essere competitiva nell’offerta di servizi ai clienti, ambito in cui coinvolge anche il canale Ict

Novembre 2009

Anche Ots è una realtà con una lunga storia nei servizi, erogati inizialmente nel settore dei data center, dei mainframe e in seguito in altre aree, sotto l’impulso innovatore dato negli ultimi due anni dai vertici aziendali.

Claudio Agnati, direttore dell’area solution e service management tiene a precisare le tappe di questa trasformazione: «Il passaggio dalle attività di body rental alla creazione di centri per l’outsourcing e quindi lo sviluppo dei rapporti con alcuni vendor, come Ibm, che ha fatto di Ots un suo fornitore privilegiato per gli operatori dei command center e monitoraggio».

Ots ha sviluppato i propri servizi “partendo dal basso”, costruendo dal suo interno skill e competenza sistemistica.
«Oggi i nostri servizi - continua il mamnager - vanno dal monitoraggio della sala macchine e gestione data center, al desktop management. Facciamo installazioni, moving & change delle stazioni di lavoro, manutenzione e gestione dei sistemi dipartimentali di qualsiasi piattaforma».

Ots eroga i suoi servizi sia presso i clienti sia utilizzando proprie infrastrutture. La prima modalità riguarda i clienti del settore telecomunicazioni, banche, energia, grande distribuzione e gestori di servizi It, la seconda i clienti che necessitano di monitoraggio remoto, salvataggio dati, schedulazione ed help desk.
Al di là delle infrastrutture, Ots mette in campo persone.

«A cominciare dalle 100 che lavorano nel nostro centro servizi, attrezzato per offrire operatività 24 ore su 24», precisa Agnati. La società può inoltre contare su 350 tecnici divisi tra command center, servizi di asset management, help desk e gestione di sistemi e architettura.

«Dobbiamo essere elastici e adattarci ad esigenze differenti. È quindi funzionale la nostra capacità di reclutare persone con precisi skill It e la gestione dei progetti. Ots gestisce per Ibm servizi di assistenza sistemistica di secondo livello, attività di change e gestione su circa 3.000 server». Le attività progettuali su cui Ots è coinvolta, spiega Agnati, riguardano virtualizzazione, migrazioni dei server Exchange, applicazioni di Sap e Oracle.

«Fare progetti è nel nostro DNA, ma questo nasce dall’aver creato rapporti di fiducia e lavorando bene nel tempo».
Savino Toto, responsabile commerciale di Ots (dopo una ventennale esperienza in Asystel) ha varato iniziative per rafforzare la forza vendite nell’area di Milano e Roma e per consentire alla società di lavorare meglio con le Pmi.

In tal senso, giudica fondamentali le partnership con i vendor: «Riteniamo particolarmente significative le partnership strette con Oracle e Microsoft (di quest’ultima Ots è Gold Partner - ndr) - dichiara Toto -. Il momento attuale è favorevole per ampliare gli spazi di mercato oltre l’attuale cerchia di clienti e stiamo incontrando nuovi possibili partner tra vendor che possono aver bisogno degli skill di Ots per gestire aggiornamenti o help desk H24».

Anche se Ots preferisce operare in modalità diretta, non mancano collaborazioni con grandi system integrator
(T-Systems, Txt e la stessa Ibm) su grossi contratti e gare. Esistono anche collaborazioni con alcuni dealer, «nate per una specifica richiesta del cliente - dice Toto -, per rispondere, per esempio, alla richiesta di fare anche manutenzione dell’hardware».
Ots ritiene importante promuovere le potenzialità della propria struttura per attività di esternalizzazione e remotizzazione.

«Sappiamo di essere in questo molto competitivi e avere al nostro interno gli skill necessari - conclude il responsabile commerciale - avendo investito oltre 100.000 euro nella formazione, con corsi sulle piattaforme AIX e TSM portando neo diplomati e laureati a diventare sistemisti e ottenere certificazioni. Questo ci permette di essere un partner affidabile con persone altamente motivate, basso turnover e spirito d’appartenenza».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here