Lo smartphone continua a correre

Idc e Gartner concordano su cifre e ipotesi. Buona chiusura d’anno per Symbian 3 e Phone 7, attesi alla verifica. Prezzi in calo e diffusione alle stelle.

Nel 2010 le vendite mondiali di telefonini hanno totalizzato 1,6 miliardi di pezzi (+ 31,8%), per il 19% smartphone (+72,1% in volume). Grazie ad ottime prestazioni Apple è ora quinta (46 milioni di unità, +87%, 2,9% globale) e Rim quarta (47 milioni, +38%, 3%), sopravanzando Sony Ericsson e Motorola.
"Nokia e LG hanno subito l'erosione della quota di mercato per la strategia sugli smartphone", ha dichiarato Carolina Milanesi, vice presidente ricerca di Gartner. Il futuro del colosso finlandese è affidato all'annuncio atteso per venerdì 11 febbraio.

Nel quarto trimestre del 2010 l'industria non ha prodotto abbastanza schermi (touch e amoled), una situazione che "non sarà facile almeno fino alla seconda metà del 2011, anche per la concorrenza dei tablet", è l'analisi di Milanesi. <br
Nel segmento smartphone, con 300 milioni di pezzi nel mondo, Symbian è sempre largamente primo (111 milioni, 37,6%) ma è in caduta libera. Secondo è oggi Android (67 milioni, 22,7%), cresciuto dell'889% nel 2010.

Assolutamente in linea anche i dati Idc, con 302 milioni di smart dei quali 100 venduti da Nokia (basato su Symbian), 48,8 da Rim e 47,5 da Apple. Straordinaria la crescita di Samsung, con un +318% rispetto al 2009 per un totale di 23 milioni di pezzi, e Htc, +165% e 21,5 milioni di pezzi.
"Il quarto trimestre è stato sostenuto dai modelli con Symbian 3 e Windows 7, ma ora Nokia e Microsoft devono mantenere questo livello", ha dichiarato Ramon Llamas, analista senior del team Mobile Phone in Idc. "Si spera che i processori dual-core e la near-field communication spingano la gente a sostituire i dispositivi in loro possesso", sostiene a sua volta Kevin Restivo, Senior Research Analyst di Idc. Per il 2011 Idc prevede che gli smartphone di fascia media e bassa, proposti a prezzi inferiori, raggiungeranno il mercato di massa.
Allo stesso modo, anche i dispositivi di fascia alta saranno disponibili a prezzi inferiori. Questo si tradurrà in maggiore concorrenza e più selezione per gli utenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here