Linux, all’orizzonte il kernel 2.6

Linus Torvalds è sempre al lavoro. Ha da poco ultimato la versione 2.5.75 del kernel del sistema operativo, foriera della 2.6. La cui uscita è prevista fra qualche mese

15 luglio 2003 Linus Torvalds, creatore del kernel di Linux agli inizi del 1990, ha concluso lo sviluppo del kernel 2.5.75, che dovrebbe essere l'ultimo della serie. Il kernel 2.5, infatti, è un progetto di sviluppo dedicato alla sperimentazione con le nuove tecnologie, e verrà integrato nel kernel 2.6 per essere utilizzato in prodotti finiti.
Lo sviluppatore, che ha di recente preso posizione nell'Osdl (Open Source Development Lab), ha affermato che il lavoro su una versione test del kernel 2.6 sta iniziando adesso.
Il kernel 2.5.75 integra uno "scheduler di anticipazione" che è stato a lungo in fase di sviluppo e include aggiornamenti per le architetture dei chip Intel.
Torvalds avrebbe voluto rilasciare il nuovo kernel 2.6 a giugno,
ma il test definitivo verrà fatto solo tra qualche giorno. Quest'attività sarà
seguita da una release completa del kernel 2.6.0 tra qualche mese.
Una volta rilasciato, occorreranno
probabilmente ancora alcuni mesi prima che i vendor Linux lo incorporino nei
propri prodotti.
A quanto si apprende, la versione 2.6 del kernel permette un miglior supporto tanto dei sistemi multiprocessore, che dei palmari e dei dispositivi "embedded", risponde più velocemente ai comandi del'utente e supporta un ampio parco di periferiche grazie all'aggiornamento dei driver.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here