Le linee guida del Mise per Industria 4.0

Il ministero dello Sviluppo economico pubblica la guida agli strumenti per Industry 4.0 e competitività

Il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha pubblicato sul proprio sito una guida agli strumenti per il piano nazione per l’Industria 4.0. Dopo un’introduzione del ministro Carlo Calenda che chiosa spiegando come “Il successo del Piano Industria 4.0 dipenderà dall’ampiezza con cui ogni singolo imprenditore utilizzerà le misure messe a disposizione”, la pubblicazione si occupa delle misure previste per l’Industria 4.0 (iper e superammortamento, Nuova Sabatini, credito d’imposta R&S, Patent box, startup e Pmi innovative) e di quelle legate alla competitività come Fondo di garanzia, Ace, Aiuto alla crescita economica, Ires, Iri e contabilità per cassa e il salario di produttività.

Utilità e vantaggi

Per ognuna spiega a cosa serva, quali sono i vantaggi, a chi si rivolge e come si accede. Nel caso iper e superammortamento si spiega per esempio come la misura sia cumulabile con Nuova Sabatini, credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo, Patent box, incentivi alla patrimonializzazione delle imprese (Ace), incentivi agli investimenti in startup e Pmi innovative e Fondo centrale di garanzia e si rivolga a una platea molto ampia formata da tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, comprese le imprese individuali assoggettate all’Iri, con sede fiscale in Italia, incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.
In qualche caso sono previste anche domande di approfondimento come quelle che riguardano iper e superammortamento dove però ci si aspetterebbe una risposta più convinta da parte del ministero.

Alla domanda se l’iperammortamento sia applicabile agli esercenti arti e professioni, la risposta con commi e allegato A spiega che il tutto “induce a ritenere” che la maggiorazione riguardi solo i titolari di reddito d’impresa. Forse si poteva essere più sicuri.

Piano Nazionale Industria 4.0

Piano Nazionale Industria 4.0, versione testuale

 

LASCIA UN COMMENTO