Liguria, 3 milioni di euro per aiutare le imprese a far fronte alla crisi

I fondi sono stanziati dalla Regione nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto insieme alle Associazioni di categoria, Equitalia, ABI, Agenzia delle Entrate, Unioncamere e Confidi. Previsto un finanziamento massimo di 25.000 euro per impresa.

Le Pmi liguri possono contare su un fondo di
3 milioni di euro
, grazie al "protocollo
anticrisi"
siglato da Regione
Liguria
, Agenzia delle Entrate, Equitalia, Commissione regionale
Abi, Unioncamere liguri, Cna, Confidi, Associazioni regionali delle imprese e
dei consumatori
che si propone di rendere attive diverse misure di
aiuto per far fronte alla crisi.

La destinazione del fondo è prevista per il pagamento di oneri fiscali e
previdenziali
nei confronti di Equitalia, Agenzia delle Entrate, Inps, Inail,
fornitori scaduti, competenze arretrate ai lavoratori dipendenti e così via. Il
tutto sarà gestito dal sistema dei Confidi.

Presso gli uffici di Equitalia nasceranno gli "sportelli
amici"
, uno per ogni provincia dove si potranno ricevere
informazioni in maniera puntuale, grazie alla collaborazione delle Camere di
Commercio e delle associazioni delle imprese e dei consumatori.

È attesa anche a giorni la definizione delle procedure per il pagamento delle
somme dovute dall'ente regionale e dalle aziende sanitarie, mentre sono allo
studio forme di garanzia del debito a favore delle famiglie.

L'importo del finanziamento previsto massimo per impresa è di 25.000 euro. Sono ammissibili anche le imprese segnalate in Centrale Rischi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here