MWC 2019: con V50 e G8, LG porta sugli smartphone 5G e riconoscimento venoso

LG V50 ThinQ Dual Screen Gaming

LG ha sfruttato la vetrina del al Mobile World Congress 2019 per mostrare i prodotti più avanzati che vedremo in commercio nei prossimi mesi. Tra questi ci sono anche degli smartphone decisamente innovativi. Il più rappresentativo è il modello V50ThinQ 5G che permette di avere una velocità di trasmissione fino a 20 volte superiore al 4G.

Basato sulla piattaforma Qualcomm Snapdragon 855 con modem Snapdragon X50 5G, lo smartphone è dotato di una batteria da 4.000 mAh e di un nuovo sistema di dissipazione del calore Vapor Chamber, per tenere sotto controllo la temperatura interna e sostenere elevate prestazioni anche durante il multitasking.

Ispirato al design sottile della serie V, LG V50ThinQ 5G ha uno spessore di 8,3 mm e pesa 183 grammi. Tre obiettivi posteriori sono integrati nel corpo dello smartphone senza soluzione di continuità.

Il display è un OLED da 6,4 pollici con risoluzione QHD+. Va però precisato che LG ha realizzato l’accessorio opzionale Dual Screen, che si apre come una cover e rende disponibile un secondo display OLED da 6,2 pollici, raddoppiando così l'esperienza di visione, gioco e multitasking. I due display possono essere usati indipendentemente. In questo modo, per esempio, gli utenti possono guardare un film sul primo display mentre cercano informazioni sul cast sul secondo, mentre nei videogiochi che supportano il controller wireless, il secondo schermo può essere utilizzato come joypad touch permettendo di dedicare tutto lo schermo superiore all’azione. Il doppio schermo può essere posizionato in due angolazioni (104° e 180°) ed è alimentato dalla batteria dello smartphone.

LG V50ThinQ 5GQuando il Dual Screen è collegato, sul display di LG V50ThinQ 5G è visualizzata un'icona che permette di attivare il secondo display o passare dall’uno all’altro.

Novità anche per foto, video e audio

LG V50ThinQ 5G presenta innovazioni anche nel comparto foto e video. LG ha implementato il Video Depth Control sia nella fotocamera frontale sia in quella posteriore per semplificare la messa a fuoco dei soggetti in movimento. Analizzando distanza e profondità con la tecnologia Dual Field of View, assicura il costruttore, gli utenti possono catturare esattamente ciò che vedono.

L'audio è stato aggiornato per creare una performance stereo periferica ottimale anche senza l’utilizzo di cuffie. È integrata la tecnologia DTS:X, ma lo smartphone supporta anche le tecnologie audio Qualcomm aptX e aptX HD per migliorare la qualità audio Bluetooth e ridurre le latenze.

Serie G lo smartphone che si controlla a gesti

Non nasce per l’uso con il 5G, ma ha comunque funzioni decisamente innovative anche la nuova serie G (LG G8 ThinQ e LG G8sThinQ). In particolare ci riferiamo alla Z Camera posta sulla parte frontale del dispositivo. Questa, grazie alla funzione Air Motion, che riconosce i movimenti della mano, senza mai toccare il telefono permette di rispondere o terminare le chiamate, fare uno screenshot, avviare un’applicazione o regolare il volume del lettore multimediale.

In aggiunta, sfruttando la tecnologia Time of Flight (ToF) e i sensori a infrarossi, la nuova serie G è la prima a offrire l’autenticazione attraverso il sistema venoso. LG afferma che l’Hand ID è un sistema più sicuro della tecnologia di riconoscimento delle impronte digitali perché identifica il possessore dello smartphone riconoscendo la forma, lo spessore e altre caratteristiche uniche delle vene delle mani. Dopo aver registrato la propria mano, basta posizionarla davanti alla fotocamera frontale per una frazione di secondo per sbloccare il dispositivo e attivarne le funzioni.

Poiché la Z Camera vede gli oggetti in 3D che rende possibile il riconoscimento facciale tridimensionale. Quindi, sostiene LG, è praticamente impossibile ingannarla con una fotografia. Inoltre, la tecnologia ToF funziona in tutte le condizioni di luminosità.

La Z Camera entra in gioco anche quando si scattano i selfie in Modalità Ritratto: infatti misura la distanza tra il soggetto e l’obiettivo per regolare fino a 256 livelli di sfocatura dello sfondo.

La serie G integra inoltre per la prima volta la Modalità Ritratto anche nei video, offrendo la possibilità di controllare l’effetto bokeh mentre si registra video con la fotocamera posteriore.

Tre fotocamere e display OLED

Lo smartphone LG G8sThinQ dispone di tutte le nuove funzioni che caratterizzano la serie G: Air Motion, Hand ID e riconoscimento facciale 3D. È inoltre dotato di tre fotocamere posteriori che comprendono ultragrandangolo e tele. Usa poi un display OLED (primo modello all’interno della serie G) e dispone di un doppio speaker stereo con DTS:X.

LG G8sThinQ è equipaggiato con la piattaforma Snapdragon 855 e una batteria da 3.550 mAh con una capacità del 17% superiore rispetto a quella di LG G7ThinQ.

Riguardo la messa in vendita dei nuovi smartphone, LG ha anticipato solo che il modello G8sThinQ  arriverà prime dell’estate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome