Lenovo guarda ai server di Ibm

Riprendono i colloqui sulla fascia entry dell’offerta. Anche Dell tra i possibili interessati.

Secondo quanto riportano in queste ore le agenzie statunitensi, Lenovo sarebbe in fase di trattativa per acquisire la divisione che in Ibm segue il mercato dei server di fascia bbassa.
Una trattativa che in realtà riprende colloqui già intercorsi lo scorso anno, ma mai approdati a una definizione per mancanza di accordo sul valore economico dell’operazione.

Per altro, secondo quanto riporta Reuters, nella prima fase della trattative le posizioni erano assai distanti. Lenovo era disposta a pagare meno della metà di quanto Ibm in realtà spererebbe o all’epoca sperava di raccogliere: 2,5 miliardi di dollari l’offerta, a fronte di una richiesta attestata tra i 4 e i 6 miliardi.

Gli analisti guardano con favore all’operazione che nella loro visione potrebbe tradursi in un win-win per entrambe le parti in gioco.
Per Lenovo, che sta cercando di espandersi oltre il mercato dei pc, così come più volte sottolineato dal Ceo Yang Yuanqing. (nella foto)
Per Ibm che si sta concentrando su business a più alta profittabilità, in particolare nell’ambito dei software e dei servizi.

Secondo qualche analista, così come cita di nuovo Reuters, per Ibm la cessione sarebbe particolarmente importante: anche se il business dei server di fascia bassa raddoppiasse, non sarebbe comunque sufficiente a giustificarsi all’interno del modello di revenue mix della società.
Per questo, Lenovo potrebbe non essere l’unica aspeirante.
Gia nel fine settimana infatti, Wall Street Journal aveva ipotizzato un interesse sulla stessa linea di business da parte di Dell, che tornata privata ha oggi maggiore libertà d’azione nel definire le sue line strategiche.

Come è logico sia in queste fasi dei colloqui, nessuna delle parti in causa rilascia dichiarazioni in merito.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here