Legend lavora per gli standard cinesi

Ma le intenzioni del governo di Pechino non convincono i produttori statunitensi

10 marzo 2004 Anche per
Legend arriva il momento di seguire da vicino e con un impegno diretto i temi della sicurezza.
Il costruttore cinese ha ricevuto l'incarico da parte del governo del suo Paese di mettere a punto un draft per lo sviluppo di uno standard di sicurezza per i processori da utilizzare nell'ambito personal computing.
Primo draft,
che, stando alle dichiarazioni della stessa
Legend, dovrebbe essere definito entro la fine di quest'anno e poi sottoposto alle necessarie approvazioni da parte di una serie di organizzazioni governative.
In
particolare, la ricerca di Legend dovrà concentrarsi sullo sviluppo di
uno standard nazionale per le wireless Lan, basato sul
protocollo
WLan Authentication and Privacy Infrastructure (WAPI) adottato in Cina.

Una volta messo a punto, lo standard sarà mandatario per tutti i produttori cinesi, mentre per i fornitori esteri sarà obbligatorio acquistarne la licenza da una delle 24 aziende che hanno ricevuto dal governo di Pechino i diritti sulla tecnologia.
Quest'ultima decisione ha ovviamente sollevato non poche
critiche da parte di diversi gruppi industriali (in prima linea gli
statunitensi) che stanno già contattando il governo cinese per valutare scelte
alternative.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome