Leader compra Ims e Lago

La società varesina rileva un distributore di accessori hardware per videogiochi e il publisher degli add on di Flight Simulator. Nel futuro anche servizi di marketing e la realizzazione di una server farm

Ims e Lago finiscono nella rete di Leader. La società di Gazzada Schianno, in provincia di Varese, ha proceduto a un paio di acquisizioni dagli effetti completamente differenti. Nel primo caso si tratta di una società specializzata nella distribuzione di accessori hardware per videogiochi, nella quale aveva già una partecipazione. Nato come distributore di software, Ims si era poi focalizzato sull'hardware, un segmento che secondo Virgilio Bixio, amministratore delegato di Leader, è molto valido ma necessita di “sinergie di gruppo”. Per questo Leader ha acquistato Ims e Vittorio Aleotti, precedente amministratore delegato, ha lasciato l'azienda che in portafoglio ha marchi come Pelica, Plantronics, Ch Products e Datel. “Nei primi due anni - aggiunge Bixio - la società ha fatturato circa 850 milioni, ma quest'anno a maggio ha già superato il miliardo e per fine anno puntiamo a quota cinque”.

L'acquisizione più importante, però, riguarda Lago la società specializzata nella fornitura di add on per Flight Simulator di Microsoft che, tra l'altro, è uno dei marchi distribuiti da Leader. Con un fatturato che nel corso degli anni ha oscillato fra 1 e 2,5 miliardi (a causa della ciclicità di Flight Simulator), la società possiede un pubblico di fedelissimi sparso in tuto il mondo.

Come Cto, che ha appena acquistato la francese Arxel Guild, la società varesina debutta quindi nel publishing. “Il confronto con il publishing rientra nella logica dei distributori” precisa Bixio.
“I publisher sono sempre di meno e sempre più grandi - spiega - e in più tendono verso la distribuzione diretta”. Per questo motivo i distributori devono cambiare faccia, specializzarsi nei servizi e puntare anche su prodotti propri. “La nostra strategia è di entrare nel campo del publishing con prodotti di nicchia”. Il secondo passo è quella che Bixio definisce “la digital delivery” la trasmissione tramite la rete dell'intero software che nel caso di Lago ha il vantaggio di pesare al massimo una ventina di Mb. Un cambio epocale per il distributore di Varese, che non rifiuta l'ipotesi di altre acquisizioni simili e si ritaglia una nuova veste per i prossimi anni. In futuro, infatti, Bixio pensa a una società più specializzata nell'offerta di servizi marketing, di comunicazione pr ai publisher e all'on line con la realizzazione anche di server farm. Forse bisognerà trovare un altro nome per definire i distributori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here