Le nuove regole della Bi

In azienda, volumi e complessità dei dati stanno rendendo oramai indispensabili gli strumenti di Business analytics. Lo testimoniano i dati recentemente rilasciati da Idc Italia, che per il mercato della Business intelligence stima un 2006 da 15 …

In azienda, volumi e complessità dei dati stanno rendendo oramai indispensabili
gli strumenti di Business analytics. Lo testimoniano i dati recentemente rilasciati
da Idc Italia, che per il mercato della Business intelligence stima un 2006
da 151 milioni di euro, un risultato in crescita del 7,1% sul 2005. Si tratta
di un tasso di incremento di assoluto rispetto, soprattutto se confrontato con
la crescita media dell’Ict in Italia, attestata attorno al 2-2,5%. Anche
migliore l’andamento delle soluzioni di Business performance management,
per le quali è stimata una crescita dell’11,1%, in virtù
della novità del settore. Per questo stesso motivo, il valore complessivo
di mercato si attesterà, però, a livelli più bassi, raggiungendo
in Italia i 31,1 milioni di euro. A livello Emea, le soluzioni di Data integration
and access raggiungeranno i 452,4 milioni di euro, con un tasso di crescita
del 7,5%, confermato anche sul mercato italiano.

«Il tema dell’allineamento tra processi di business e infrastruttura
It
- ha commentato Fabio Rizzotto, research manager Idc Italia - è
trasversalmente avvertito in tutte le realtà aziendali, di qualsiasi
dimensione. Il problema del match emerge dalle stesse indagini sull’utenza.
Tra le principali motivazioni alla base delle insoddisfazioni degli utenti,
stanno l’implementazione di specifiche che non rispondono a vere richieste
di business e l’incapacità delle applicazioni di evolvere tempestivamente,
sempre secondo le esigenze di business
». Nonostante queste difficoltà,
la richiesta di soluzioni in grado di offrire supporto decisionale si conferma
prioritaria all’interno di tutte le aziende, sostenuta anche da un’evoluzione
di mercato in direzione sempre più predittiva. «Ma il processo
di sviluppo
- ha continuato Rizzotto - concerne anche l’architettura
alla base delle soluzioni di Business analytics, sempre più unificata.
Dagli anni ’90, in cui si offrivano modelli best of breed si sta passando,
infatti, a soluzioni cross platform, caratterizzate da standard aperti e database
unici, in grado di lavorare in real time e monitorare gli eventi. Questo permetterà
sempre più di analizzare lo storico, ma anche l’operazionale, agendo
da driver nella diffusione di soluzioni di performance management in grado di
massimizzare investimenti già realizzati e costruire processi decisionali
più incisivi
».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here