Le novità architetturali Microsoft

Un tool di reporting per Sql Server. Host Integration Server in beta avvicina il mondo mainframe a Windows. Biztalk 2004: ci sono i prezzi, uguali a quelli per la versione precedente.

19 dicembre 2003

C'è una data: il 27 di gennaio. E' quella dei tool di reporting di Sql Server 2000. Dovevano essere parte di Yukon, cioè la nuova versione di Sql da rilasciarsi nella seconda metà del prossimo anni. Poi i piani sono cambiati e Microsoft aveva deciso di rilasciare lo strumento per la generazione dei report alla fine di quest'anno.


Alla fine, il compromesso: se ne parla a gennaio. Evidentemente la business intelligence riveste per Microsoft un'importanza particolare, tanto da meritare un focus tutto suo. Ecco perché i Reporting Services usciranno sul mercato da soli e faranno da ponte fra la versione tutt'ora in circolazione del database e quelle futura. Tant'è che saranno disponibili gratuitramente per gli utenti registrati di Sql 2000 e una ulteriore versione migliorata sarà inserita in Yukon.


Quasi contestualmente all'annuncio del tool di Bi, Microsoft ha svelato i dettagli delle versioni beta di due tasselli dell'architettura .Net del prossimo anno: Host Integration Server (His) 2004 e Biztalk Server 2004.


Il primo, che è parte di Windows Server System, supportando Xml, i Web service, Visual Studio .Net e il .Net Framework, costituisce un notevole passo in avanti per quelle strutture Windows che vanno integrate con i mainframe Ibm e i sistemi midrange. His 2004, infatti, ha funzionalità per l'accesso cross-platform e la data integration.

His, il cui rilascio è previsto per la metà del prossimo anno, include il supporto al protocollo Hrp/Ip (leggi: accesso trasparente a Os/390 e mainframe z/Os, integrazione applicativa anche a sistemi As/400, integrazione dati via Odbc, Com, Ole Db per Db2 e file system di mainframe.


Biztalk Server 2004, in beta effettiva da giugno, avrebbe dovuto essere rilasciato alla fine di quest'anno. Si teme, pero' che qualche ritardo vi possa essere. Nonostante ciò, Microsoft ne ha comunicato il listino, che non sposta le richieste dalla versione precedente.


Ci saranno quattro versioni: Enterprise, Standard, Partner e Developer. 25mila dollari per Cpu per la versione Enterprise, 7mila a Cpu per la Standard, 1000 per la Partner e 750 dollari a Cpu per la Developer.


Inalterati i prezzi, ma non le funzionalità di accesso. La Standard Edition, infatti, porta a 20 i partner commerciali collegabili a 10 applicazioni, mentre la Partner fa salire il numero dei primi da due a tre e delle seconde da due a cinque.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here