Le innumerevoli sfaccettature del Gprs

I dispositivi della generazione di mezzo (2,5) faranno da ponte tra il Gsm e l’Umts, offrendo capacità trasmissive vicine a quelle di un modem analogico su rete fissa e costi di servizio che dipendono dalla quantità d’informazioni trasmesse e non dal t …

I dispositivi della generazione di mezzo (2,5) faranno da ponte tra il Gsm e l'Umts, offrendo capacità trasmissive vicine a quelle di un modem analogico su rete fissa e costi di servizio che dipendono dalla quantità d'informazioni trasmesse e non dal tempo di connessione. Ne esistono tre diverse classi con ben 29 varianti. Non tutte saranno effettivamente disponibili sul mercato, ma ne arriveranno a sufficienza da confondere anche i più esperti, vediamole.

Grade C o Classe C identifica i più semplici tra i dispositivi General Racket Radio Service che non consentono di conversare e trasmettere dati contemporaneamente. Quando arriva una telefonata sulla rete Gsm, la connessione dati Gprs deve essere interrotta e può essere ripristinata solo al termine della conversazione.

Grade B o Classe B indica i dispositivi che possono monitorare contemporaneamente i canali di controllo della rete Gprs e della rete Gsm, il che significa, ad esempio, ricevere la segnalazione che c'è posta per noi mentre stiamo conversando sulla rete Gsm, senza tutta poter leggere il contenuto del messaggio. Solo al termine della conversazione il messaggio potrà essere trasferito al telefonino.

Grade A o Classe A rappresenta la categoria più pregiata, quella che consente di ricevere e trasmettere dati e conversare al tempo stesso. Tutti i servizi sono attivi e utilizzabili contemporaneamente: Gprs, Gsm ed Sms.

Come viaggiano i dati
La commutazione di pacchetto è la tecnica più diffusa per trasmettere informazioni sulle reti di grandi dimensioni. Costituisce la base di Internet e trova impiego anche nella rete Isdn e nella sua precorritrice, la rete X.25. Le informazioni vengono spezzettate in tanti pacchetti ciascuno dei quali dispone delle informazioni sufficienti per viaggiare in modo autonomo fino a destinazione.

Ogni pacchetto prende la strada che sembra più conveniente in quel particolare momento e si ricongiunge agli altri una vota arrivato a destinazione. L'ordine di arrivo può essere diverso da quello di partenza e spetta al dispositivo ricevente ricomporre le informazioni corrette riordinando i pacchetti secondo la sequenza giusta. Il vantaggio consiste nello sfruttare al massimo la capacità trasmissiva della rete e nell'utilizzare qualsiasi percorso disponibile per arrivare a destinazione, saltando eventuali ostacoli.

Questa tecnica non è adatta per trasmettere la voce: se i suoni arrivassero in ordine sparso non ci sarebbe tempo per ricomporli e risulterebbero incomprensibili. Nella trasmissione della voce si crea quindi una connessione permanente tra i due interlocutori selezionando il percorso idoneo in base al numero del chiamante e del chiamato (commutazione di circuito). Poiché la voce è composta in gran parte da silenzi, gli spazi vuoti sulla rete possono essere "riempiti" con pacchetti d'informazione che nel caso, del Gprs, viaggiano mediante i protocolli Ip o X.25.

Il significato delle time slot

Le reti Gsm usano una tecnologia di modulazione a divisione di tempo, questo significa che ogni canale viene suddiviso in otto time slot (finestre temporali), ciascuna dedicata a un telefono diverso.

In questa maniera, un individuo utilizza la rete solo per un ottavo del tempo il che aumenta il numero di utenti ammissibili all'interno della stessa cellula e riduce i consumi e il riscaldamento del telefonino.

Per raggiungere velocità superiori, il Gprs aggrega più time slot sullo stesso dispositivo, arrivando fino al massimo di 8 (il canale completo) sia per la trasmissione sia per la ricezione (che possono avvenire contemporaneamente, utilizzando la cosiddetta modalità full duplex).

Spesso l'assegnazione degli slot è asincrona, vale a dire che la banda riservata per la ricezione è maggiore rispetto a quella utilizzata per la trasmissione.

In caso di occupazione di tutte le slot, la massima velocità possibile è di 115.200 bps nelle due direzioni, oppure di 171,2 bps, nel caso in cui la correzione automatica degli errori sia disabilitata (molto improbabile).

Il numero e la modalità con cui le time slot vengono aggregate dipende dal tipo di telefonino. Esistono ben 29 combinazioni che uniscono fino a un massimo di 8 slot per la ricezione e per la trasmissione. Quando si acquista un terminale Gprs, quindi, bisogna sempre verificare il numero di slot utilizzabili così da conoscere la sua velocità massima e, indirettamente, i suoi consumi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here