01net

Lavoro IT, le figure più difficili da trovare

Nella ricerca di personale per il lavoro It in cima alla lista dei desideri delle aziende attualmente ci sono sicuramente gli esperti di intelligenza artificiale e i data scientist.

Però esistono altre figure emergenti del lavoro IT. Passiamole in rassegna.

Cybersecurity: tester di penetrazione con mentalità scientifica. Le competenze in materia di sicurezza informatica sono molto richieste, ma lo stesso vale per una mentalità proattiva, che rende difficili i test di penetrazione di alto valore. Molti tester possono eseguire strumenti, trovare bug e persino sfruttarli. Ma se non si riesce a trovare e tradurre in una chiara dichiarazione di rischio e minaccia, questi report diventano rumori e possono causare azioni sbagliate o inazione. Il perpetuo studente o scienziato sono i tipi di soft skill che non sono sempre comuni ma che valgono oro quando li trovate.

Cybersecurity: auditor capaci di effettuare indagini approfondite. È possibile reclutare persone con conoscenze approfondite nelle tecnologie di cloud e virtualizzazione, nelle piattaforme operative Linux e nelle tecnologie di rete e sicurezza. Ma se non hanno le competenze per intervistare gli sviluppatori, valutare i set di controllo, porre domande difficili e, cosa più importante, documentare i risultati in modo coerente, qualunque sia la loro competenza nella tecnologia sottostante viene infine scartata.

IT-business: ovvero, conoscitore di tecnologia emergente con spiccato senso per il business. Da una parte deve avere esperienza con le aree emergenti come il cognitive computing, apprendimento automatico, analisi dei dati, IoT e blockchain. Ma i veri profili ricercati sono candidati che non solo possono approfondire il loro patrimonio di competenze tecniche, ma tenere d’occhio anche il business. La sfida non è solo trovare persone con le competenze, ma anche persone in grado di connettere i punti per creare un impatto aziendale.

Specialista di robotica e crittografia. Questi tipi di lavoro possono portare a una concorrenza agguerrita, in termini di retribuzione e benefici offerti dalle aziende che fanno l’assunzione. Inutile dire che sono difficilissimi da trovare. Ruoli come i reverse engineer di malware, grandi esperti di dati con una specializzazione in sicurezza o crittologi sono tra i più competitivi. I candidati sono in grado di essere estremamente esigenti rispetto alle posizioni che ricoprono.

Esperti Gdpr e di privacy. Le imprese che impiegano dati personali di residenti europei devono conformarsi alle norme UE sulla protezione dei dati entro maggio 2018. Tuttavia, trovare professionisti della tecnologia con esperienza in questo settore si è rivelato difficile. La maggior parte delle aziende hanno bisogno di un’organizzazione, non solo individuale, focalizzata sulla protezione delle informazioni dei dipendenti e dei clienti, così come delle loro risorse digitali. Poiché tutti stanno assumendo per queste posizioni, gli stipendi sono in rapido aumento e i candidati all’impiego hanno la maggior parte del potere contrattuale.

Ingegneri DevOps. La necessità di lavoratori tech con esperienza DevOps non è una novità. Eppure le organizzazioni dicono di avere ancora difficoltà a trovare talenti per questo ruolo vitale. Come DevOps ha guadagnato visibilità, grazie alle sue enormi capacità di risparmio economico come reparto – insieme allo snellimento delle infrastrutture – molte aziende sono alla ricerca di queste competenze con poco o nessun successo. La maggior parte dei talenti è approdata a DevOps per caso, e poi si ritrova a imparare sul lavoro. In generale, i dipendenti che sono attualmente i più difficili da trovare sono candidati IT che hanno le competenze per cambiare e adattarsi al cambiamento sulla base di feedback reali. Ogni persona può seguire gli stessi passi di un collega per riuscire a risolvere un progetto o un problema, ma una delle abilità più difficili e difficili da insegnare è la vera agilità. Naturalmente è importante trovare una persona che abbia le competenze per esempio in un linguaggio di programmazione come Python, ma in questi giorni è fondamentale trovare la persona che ha queste competenze e che sarà in grado di imparare, adattarsi ed evolvere se sono necessarie altre abilità digitali.

Esperti cloud nativi. Man mano che la tecnologia cloud aziendale matura, vi è una crescente necessità di lavoratori tech con competenze nativi in-the-cloud. Non si tratta solo di passare al cloud, ma di adattare i processi e le organizzazioni per sfruttare gli aspetti unici del cloud. Candidati appetibili sono quelli in grado di padroneggiare le nuove tecnologie emergenti intorno al cloud nativo, ma hanno anche la base e le competenze delle persone a lavorare efficacemente per spostare l’organizzazione in avanti.

Traduttori tecnici. Particolarmente difficile è anche trovare IT manager che possano parlare con personale non tecnico. È difficile trovare candidati che possano entrare in qualsiasi tipo di ambiente imprenditoriale. Questo è particolarmente vero tra i ruoli di cybersecurity e DevOps, dove la cultura d’impresa gioca un ruolo importante nello sviluppo professionale.