Lavoratori europei pronti alla rivoluzione digitale

Ricoh rivoluzione digitale

I lavoratori europei sono convinti che il proprio modo di lavorare sia destinato a cambiare e la rivoluzione digitale avrà un ruolo determinante sul posto di lavoro e favorirà il successo delle aziende, a patto che esse sappiano trovare il giusto mix tra tecnologia e creatività.  

Lo sostiene una ricerca Ricoh-Coleman Parkes, che ha dato la parola a dipendenti di tutta Europa per capire in che modo si rapportino ai cambiamenti in atto sul posto di lavoro.

Più in dettaglio, dall’indagine è emerso che il 96% dei lavoratori delle medie imprese coinvolte (numero di dipendenti compreso tra 50 e 500) afferma che il proprio ruolo sia destinato a cambiare, anche come conseguenza di una serie di fattori quali la rivoluzione digitale, l’incertezza economica e l’evoluzione normativa. In questo contesto di trasformazione prevale comunque l’ottimismo con solo il 12% che prevede un calo delle opportunità professionali nel 2017. Inoltre, il 58% dei dipendenti di aziende di medie dimensioni è convinto che, entro la fine dell’anno, la propria azienda acquisirà sul mercato una posizione più forte rispetto a quella attuale. La tecnologia favorisce questo nuovo scenario consentendo alle persone di lavorare in modo più creativo.

La maggior parte dei dipendenti delle medie imprese coinvolte nella ricerca scommette infatti su un mix di tecnologia e creatività e il 57% si aspetta che la propria azienda sarà più creativa grazie a nuove risorse, il 62% crede che le aziende dovrebbero utilizzare maggiormente le nuove tecnologie a supporto dei processi e il 64% concorda sul fatto che le nuove tecnologie aumenteranno in maniera significativa l’interconnessione migliorando la collaborazione.

 

Ricoh World of change infografica

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here