L’advisory board di Itway

Intanto Itway, attraverso la controllata Business-e, ha siglato un’altra importante intesa con Oracle Italia, che prevede che Business-e supporti Oracle nella realizzazione di progetti basati su Oracle Collaboration Suite. Il target di riferimento va d …

Intanto Itway, attraverso la controllata Business-e, ha siglato un'altra importante
intesa con Oracle Italia, che prevede che Business-e supporti Oracle nella realizzazione
di progetti basati su Oracle Collaboration Suite. Il target di riferimento va
dalle imprese di medie e grandi dimensioni alla Pa centrale e locale, per un mercato
stimato, per il 2003, pari a circa 600 milioni di euro e in crescita del 5% rispetto
al 2002. E Oracle è stata una dei protagonisti della convention che il
Vad di Ravenna ha organizzato a Creta nei giorni di Smau. «Una bella
settimana»
racconta Cesare Valenti, direttore commerciale
della società. «È stata una formula nuova. Abbandonata
la formula della conference plenaria, abbiamo riunito una cinquantina di partner
e discusso con loro su diversi temi»
. Ne è nato una sorta di
advisory board formato da una ventina di operatori del settore che via via saranno
riuniti per sondare pareri e avere riflessioni sulla nostra strategia. E i primi
ragionamenti su temi caldi non si sono fatti attendere. «Con sorpresa
abbiamo constatato
- spiega Valenti - che per i nostri partner è
fondamentale la spiegazione della nostra vision. E che non sono discorsi secondari
quelli legati all'offering, ai ragionamenti sullo scouting e alle integrazioni
di prodotto che segnaliamo»
. Al secondo posto degli interessi, la richiesta
di seguire e sviluppare meglio la community «perché per gli operatori
di canale
- conclude Valenti - vogliono sviluppare relazioni di business
trasversali. E noi siamo sempre più intenzionati a favorirli»
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here