L’accento sul dominio, oggi si può

Da oggi si possono registrare nomi di dominio con caratteri speciali, dagli accenti alle tilde fino alle Eszet. Solo un tecnicismo o un valore culturale?

Le lettere accentate in Italia, tilde e cediglie in Spagna e Francia, la Eszett o Scharfes S (ß) in Germania e poi ancora le umlaut: c'è qualcosa di nuovo nei nomi di domini internazionali.
A partire da oggi diventa possibile registrare nomi di domini che contengono questi caratteri, introducendo così un'importante opportunità in più per gli utenti.

Secondo l'Istituto di informatica e telematica del Consiglio nazionale delle ricerche (Iit-Cnr), che ha annunciato la novità, la possibilità di utilizzare i cosiddetti caratteri speciali non solo consentirà di registrare nomi e marchi correttamente, ma simbolicamente chiude anche una sorta di digital divide culturale, che ha finora caratterizzato le regioni bilingue italiane come la Valle d'Aosta o il Trentino.

Da oggi, dunque, sarà possibile registrare un sito che contenga la parola caffè, così come straße, grazie all'adozione del cosidetto Internationalized Domain Names (Idn).

Poiché la registrazione dei nuovi domini con i caratteri speciali avverrà secondo ordine di arrivo, tecnicamente perpetual after landrush, qualche corsa all'accaparramento sarà possibile, anche se l'opportunità resta davvero importante per tutti.

C'è poi una seconda novità che riguarda Registro.it.
Da oggi sono aperte le registrazioni a tutti i Paesi dello Spazio economico europeo.
Ciò significa che si apre anche a Paesi come l'Islanda, la Norvegia, il Liechtenstein, lo Stato della Citta' del Vaticano, la Repubblica di San Marino e la Svizzera.
Una svolta, questa, che il direttore dell'Iit-Cnr e del Registro.it Domenico Laforenza legge in un'ottica di internazionalizzazione del Dns al di là dei confini della Ue, aggiungendo: ”"Il prossimo passo riguardera' l'estensione degli Idn alle 23 lingue ufficiali dell'Ue, cosi' da completare l'abbattimento delle frontiere linguistiche nella registrazione dei domini .it".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here