L’Abc comincia in Italia

Fabio Bruno ci accoglie davanti al suo computer, sul quale ha visualizzato, in tutti i dettagli, l’architettura del complesso sistema informativo che collega tutte le filiali Actebis al sistema centrale. Ne dà qualche breve cenno, per poi passare con d …

Fabio Bruno ci accoglie davanti al suo computer, sul quale ha visualizzato, in tutti i dettagli, l'architettura del complesso sistema informativo che collega tutte le filiali Actebis al sistema centrale. Ne dà qualche breve cenno, per poi passare con decisione a raccontare “che cosa c'è” dietro Abc, del cui sviluppo si è occupato in prima persona.

Ci tiene - ed è comprensibile - a sottolineare come si tratti di un sistema interamente sviluppato da Actebis, che con molta probabilità verrà presto esteso a tutte le sedi europee della società, il cui cuore è costituito da quella e-box, nella quale confluiscono tutte le applicazioni di e-business, controllata oltre che dall'amministratore di sistema anche dai responsabili commerciali e di marketing.
Quanto alle tecnologie, come abbiamo già avuto modo di verificare presso altri distributori che stanno implementando l'e-business nella loro cultura aziendale, ci si orienta sempre verso tecnologie stato dell'arte ma di mercato.

Ecco allora che in Actebis i server sono Hewlett Packard, per il software la scelta è caduta su Sybase in abbinata a Microsoft Webserver, mentre il routing e firewalling sono Cisco. La rete è a un Mb, con booster a 2 Mega. Va sottolineato, tuttavia, che Actebis ha scelto di non tenere presso di sé il proprio sistema, ma ha optato per una soluzione di housing presso I.net.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here