La virtualizzazione spinge i server

I dati di Gartner relativi al terzo trimestre dell’anno mostrano un mercato in tendenza positiva. Crescono le unita’, ma crescono soprattutto i prezzi medi di vendita.

Secondo gli ultimi dati presentati da Gartner, il mercato mondiale dei server ha registrato un incremento del 14,2 per cento in unita' nel terzo trimestre dell'anno, portandosi a oltre 2,1 milioni di macchine consegnate.
Il giro d'affari generato, sempre a livello mondiale, cresce invece del 15,3% a 12,2 miliardi di dollari.

Complessivamente tutte le region hanno chiuso trimestri solidi, inclusa l'area Emea che chiude con una crescita del 10,4% in unita', a oltre 581.000 macchine consegnate, e del 7,4 per cento in valore, a 3,2 miliardi di dollari. Crescite ancora lontane dai valori del 2008, ma che rappresentano un segno di incoraggiamento in una situazione di crisi ancora piuttosto marcata.

Bene gli x86, che crescono del 14,9 per cento in unita' e del 29,5% in valore. Gartner sottolinea come il prezzo medio di vendita sia in evidente crescita, per poter supportare le configurazioni necessarie ai progetti di virtualizzazione. Ed e' lo stesso fenomeno che ha spinto verso l'alto anche il segmento mainframe. 
Similmente, se i server blade crescono del 7% anno su anno, le macchine progettate per installazioni in rack crescono del 23,7 per cento anno su anno.

Per quanto riguarda la classifica dei primi cinque fornitori, in termini di unita' consegnate, il primo posto spetta ad Hp, con 715.400 macchine, in crescita del 16,2% rispetto al pari periodo dell'anno precedente e una share del 32,6%.
Segue Dell, con 501.000 macchine, con un incremento del 14,7%, e una share del 22,9%.
Terza si posiziona Ibm, con 287.000 server, in crescita del 16,7%, seguita a notevole distanza da Fujitsu e Nec, rispettivamente con 75.000 e 37.000 macchine.
Non compare nella top five Oracle, che risulta in ulteriore calo.

Interessante, per comprendere le diverse dinamiche di posizionamento sul mercato dei singoli vendor, e' pero' confrontare questa classifica con quella dei primi 5 vendor per fatturato.
Perché se e' vero che Hp mantiene la leadership con 3,9 miliardi di dollari, in crescita del 22,5% anno su anno, e' altrettanto vero che la seconda posizione viene in questo caso conquistata da Ibm, che si colloca alle spalle di Hp con un fatturato di 3,7 miliardi di dollari, in crescita del 9,9%. Dell e' terza, a 1,7 miliardi di dollari, in crescita del 25,6%.
In questo caso, dopo il quarto posto di Fujitsu, compare Oracle al quinto posto, con un fatturato appena al di sotto dei 764 milioni di dollari.

Per quanto concerne la sola area Emea, le classifiche rispettano quella mondiale con una differenza significativa: Oracle riesce a rimanere nella top five sia per unita' sia per fatturato, se pure in calo anno su anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome