La soddisfazione di Tecnodiffusione

Grazie ai soldi della Borsa ha spiccato il volo. Ha comprato Vobis e adesso pensa anche alla quotazione in Germania

Insieme a Opengate Tecnodiffusione deve molto al Nuovo Mercato. L'approdo al listino ha permesso alla società guidata da Luciano Panichi e Bruno Kraft un notevole salto in avanti che gli ha permesso di rafforzare le due gambe sulle quali poggia, la distribuzione business to business e quella verso il mondo consumer. Il tutto portandosi in casa anche un po' di logistica. Il risultato è che nel 1998 il fatturato era di settanta milioni di euro e oggi la previsione è di superare i quattrocento milioni. Una crescita forte realizzata a colpi di acquisizioni che hanno coinvolto catene concorrenti come Microlink e Vobis. Oggi Tecnodiffusione possiede 145 negozi targati Strabilia, 96 Microlink, 210 Vobis oltre ai cash and carry per i dealer. In più ha acquisito il controllo di Cms che possiede l'impianto di Scarmagno che ha una potenzialità di ottocentomila pc e realizza i prodotti marchiati Acer.

Il ricorso al risparmio piace a Tecnodiffusione che oltre all'Ipo che gli ha permesso di raccogliere 23 milioni di euro ha chiesto altri soldi con l'emisione di obbligazioni con warrant che hanno portato in cassa 28 milioni di euro. Nel frattempo, però, la marginalità lorda è passata dal 4,6% al 2,2% e la posizione finanziaria netta segna un passivo di circa 150 milioni di euro.
Secondo alcune stime la crescita dei prossimi due anni dovrebbe sfiorare il 17%. Nonostante l'11 settembre la società ha confermato le previsioni di fatturato mentre non è ancora confermata, anche se sembra molto probabile, l'acquisto delle attività estere di Vobis nel 2003. In un'intervista Bruno Kraft si è spinto anche a ipotizzare una quotazione anche a Francoforte dopo l'acquisto di Vobis. E a chi gli chiedeva se fosse soddisfatto della quotazione al Nuovo Mercato ha risposto con “Come no?”. Che non lascia dubbi.
Attualmente il prezzo delle azioni si aggira sui 30 euro dopo il picco di 33 euro raggiunto in ottobre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here