La Puglia sostiene l’accesso al credito con il Tranched Cover

Stanziati 20 milioni di euro per offrire alle piccole e medie imprese le garanzie necessarie a ottenere finanziamenti dagli istituti bancari.

“Tranched
cover” (copertura del rischio)
è l’innovativo
strumento finanziario con il quale la Regione Puglia interviene con un budget
di 20 milioni di euro
, per offrire alle piccole e medie imprese le garanzie
necessarie a ottenere finanziamenti dagli istituti bancari con lo scopo di
allentare la stretta del credito con cui il sistema bancario ha generalmente
reagito alla crisi economica

Il primo stock di “Tranched cover” è stato aggiudicato a Unicredit nell’ambito di
una procedura a evidenza pubblica. Per questo, è stata sottoscritta una
convenzione di garanzia e portafoglio tra la Regione Puglia, per il tramite
della sua società in house Puglia Sviluppo, e Unicredit. Con la convenzione
saranno messi inizialmente a disposizione, quale garanzia per il sistema
d’impresa, 3,2 milioni di euro con cui sarà possibile attivare sul territorio
nuova finanza per 40 milioni di euro. Con il budget complessivo del “Tranched cover”, cioè 20
milioni di euro, potrà invece essere attivata nuova finanza per 250 milioni,
producendo effetti sull’occupazione e sugli investimenti.

Il “Tranched cover”
non interviene sulla singola azienda, ma su aggregati di più imprese

(portafogli creditizi), all’interno dei quali sono presenti aziende con un
diverso livello di “rating”.
A queste imprese, la Regione Puglia non solo offre garanzie che altrimenti non
avrebbero, ma consente loro di avere tassi di interesse più vantaggiosi, che
nella interlocuzione singola con l’istituto bancario non sarebbero in grado di
ottenere. Inoltre, il “Tranched cover” interviene su quelle imprese che investono su
beni, come la conoscenza, lo sviluppo della tecnologia e l’innovazione, che di
solito non sono percepiti come immediatamente monetizzabili da parte degli
istituti di credito. E soprattutto non offrono garanzie immobiliari.

La Regione Puglia è il secondo Ente in Italia, insieme al Veneto, ad aver
avviato questo tipo di strumento finalizzato alla disponibilità di nuova
finanza alle Pmi e alla contestuale riduzione degli assorbimenti patrimoniali
da parte delle banche, con benefici sul costo dei finanziamento.

Questa nuova forma di sostegno alle Pmi, rientra fra le linee programmatiche
della Regione Puglia per il periodo 2007-2013. La strategia si è ispirata al
Principio comunitario dell’Accesso aumentato al finanziamento
, teso in
particolare alla riduzione delle difficoltà che le piccole e medie imprese incontrano
nell’accedere al finanziamento, a causa del rischio maggiore percepito in
associazione al tipo di investimento, o a causa della mancanza di garanzie
sufficienti..

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here