La prima architettura Intel dedicata ai portatili pronta nel 2003

Il gigante dei processori si è reso conto dell’importanza crescente degli utenti in movimento. Proprio ai computer portatili sarà dedicata un’archittettura “ad hoc”, sulla quale Intel sta già lavorando, e che sarà pronta tra due anni.

Riconoscendo la crescente importanza dei computer portatili nel complesso panorama dell'offerta hardware, Intel ha iniziato a lavorare sulla sua prima architettura di microprocessore espressamente dedicata ai sistemi notebook, il cui lancio ufficiale avverrà nel 2003. Per il momento l'architettura non ha ancora un nome definitivo, ma rappresenterà la prima offerta Intel specializzata per l'uso in dispositivi mobili e non derivata dal tradizionale nucleo del Pentium. Secondo Frank Spindler, il responsabile dell'architecture group di Intel, si tratta di "una decisione certamente sensata sul lungo termine". Gli elementi distintivi del futuro processore sono ancora talmente lontani nel tempo che ancora non è stato pensato un nome in codice per l'iniziativa. Si sa, però, che il nucleo incorporerà direttamente funzionalità come lo standard wireless Lan Ieee 802.11b e Bluetooth. Dal punto di vista operativo, i tre fattori critici che questo chip cercherà di ottimizzare sono ovviamente il consumo delle batterie, la velocità di clock e la densità in termini di funzioni direttamente integrate a bordo. Intel ritiene, infatti, che oltre il 60% del mercato dei notebook venduti il prossimo anno sarà occupato da modelli ultrasottili, dal peso inferiore ai 2 chilogrammi. Proprio in questa fascia di prodotto Intel subisce l'attacco di concorrenti come Transmeta e Advanced Micro Devices, concorrenza che non può essere affrontata con le attuali cpu Pentium III M Series, derivate dai Pentium III, utilizzate nei sistemi desktop.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here