La Pa risparmia 2,8 miliardi se acquista online

Attraverso la Finanziaria e l’azione di Consip il governo cerca di spingere la Pubblica amministrazione verso l’e-procurement

Si chiama “Filo diretto con il programma” ed è il nuovo strumento di relazione con l'utente (Customer relationship management, Crm) realizzato dal ministero dell'Economia e delle Finanze e da Consip nell'ambito del Programma di razionalizzazione degli acquisti della Pa.

Filo diretto con il programma
consente a tutti gli utenti registrati al programma di interagire con il contact
center (il servizio di supporto che Consip offre alle amministrazioni e alle
imprese che utilizzano gli strumenti di e-procurement) attraverso un
nuovo canale, il web.





Questa modalità, cui si accede dal portale degli
acquisti www.acquistinretepa.it
, affianca i tradizionali canali di contatto quali telefono, fax ed e-mail.

L'iniziativa del ministero e di Consip si inserisce nella
ulteriore spinta che il governo intende dare agli acquisti in rete da parte
della Pubblica amministrazione. L'obiettivo è di risparmiare 2,8 miliardi di
euro sugli acquisti. Oltre questo l'utilizzo spinto dell'e-procurement
potrebbe portare a ottenere dei risparmi di processo (che riguardano le
procedure interne) calcolati in duecento milioni di euro.




Per sostenere la spinta verso
l'online la Finanziaria 2007 ha reso vincolante dal 1° luglio di quest'anno per
tutte le amministrazioni centrali e periferiche, tranne scuole e università,
l'utilizzo del mercato elettronico per l'acquisto di beni e servizi al di sotto
della soglia di rilievo comunitario. L'esecutivo ha anche predisposto la
sperimentazione della carta di acquisto elettronico per pagamenti di limitato
importo. Entro il 31 gennaio di ogni anno deve essere poi varato un decreto
ministeriale per la definizione delle tipologie di beni e servizi per le quali
Pa centrali e periferiche sono obbligate ad approvvigionarsi utilizzando il
meccanismo delle convenzioni Consip che recita un ruolo di primo piano in questo
trasferimento verso gli acquisti elettronici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here