La Lombardia incentiva le reti d’impresa

Stanziati 6 milioni di euro per promuove l’aggregazione in forma stabile tra piccole e medie imprese tramite la realizzazione di progetti volti all’innovazione a livello di prodotto, servizio, processo e organizzazione.

La Regione Lombardia ha promosso un Bando per il consolidamento e la creazione di aggregazioni in forma
stabile tra imprese, tramite la realizzazione di progetti volti all’innovazione
a livello di prodotto, servizio, processo e organizzazione
.

La dotazione finanziaria complessiva disponibile per il Bando è pari a 6 milioni di euro.

Possono presentare
progetti le micro, piccole e medie imprese, in aggregazione di un
minimo di 3 soggetti giuridici.

Il contratto di rete deve essere
stato sottoscritto entro i 120 giorni precedenti alla data di pubblicazione del
bando (19-2-2013).

Gli interventi
ammissibili sono rivolti alla creazione di nuove aggregazioni stabili di
imprese, costituite in contratto di rete, nonché al consolidamento, allo
sviluppo e alla stabilizzazione delle reti esistenti, attraverso innovazioni di
processo, prodotto, servizio e organizzazione:

-
sviluppo e miglioramento di funzioni condivise dall’aggregazione
(progettazione, logistica, servizi connessi, comunicazione, etc.) finalizzate
all’aumento dell’efficienza e della produttività e/o all’ampliamento della
capacità produttiva e al miglioramento della performance delle singole imprese;

-
sviluppo di sistemi e strumenti integrati di gestione
dei processi organizzativi e gestionali interni
;

-
realizzazione di attività di servizio comuni,
per ideare nuovi prodotti/servizi o per mettere a punto nuovi processi
produttivi, logistici o distributivi o per permettere un notevole miglioramento
dei prodotti e/o servizi o processi esistenti;

-
sviluppo di nuovi business
centrati su nuovi prodotti o servizi con caratteristiche di novità rispetto al
mercato e/o incentrati sull’utilizzo di nuove tecnologie.

Le attività previste
devono essere realizzate entro e non oltre il 31 marzo 2015.

Le spese
ammissibili devono essere riconducibili a una delle seguenti tipologie:

-
Costi di attrezzature,
strumentazione, macchinari, impianti, materiali e lavorazioni esterne strettamente
necessari alla realizzazione del progetto
e in quota proporzionale al periodo e
all’intensità di utilizzo nell’ambito dello stesso, calcolati secondo i
principi della buona prassi contabile.

-
Costi per l’acquisto di software e
hardware strettamente necessari alla realizzazione del progetto
e in quota
proporzionale al periodo e all’intensità di utilizzo nell’ambito dello stesso,
calcolati secondo i principi della buona prassi contabile

-
Costi per acquisizione di brevetti
e diritti di licenza strumentali alla realizzazione del progetto e costi per il
deposito di brevetti e la registrazioni di marchi
strettamente correlati ai
risultati ottenuti nella realizzazione del progetto

-
Costi per la presentazione di
fidejussioni
(da presentare in sede di richiesta dell’erogazione
dell’anticipo);

-
Spese notarili e di registrazione
sostenute per la formalizzazione del contratto di ret
e, nell’importo massimo di
spesa ammissibile di Euro 2.000 er ogni domanda di contributo;

-
Consulenze tecniche esterne
specifiche e strategiche ai fini della progettazione
, realizzazione e
rendicontazione dell’intervento e caratterizzate da un contenuto altamente
specialistico;

-
Costi relativi alla diffusione e
promozione dell’innovazione introdotta dalla rete
. Tali costi si devono riferire
ad attività già realizzate e concluse nel periodo di attuazione del progetto;

-
Costi del personale
delle MPMI
impegnate nel progetto;

-
Costi di consulenza esterna
relativi alle attività del manager di rete;

-
Costi per la formazione del
personal
e impegnato nel progetto.

L’agevolazione
prevista consiste in un contributo in conto capitale, fino ad una
misura massima corrispondente al 40% della spesa ritenuta ammissibile
.

La domanda di
partecipazione deve essere presentata esclusivamente per mezzo del
Sistema Informativo Integrato
della Programmazione Comunitaria
2007/2013 “Finanziamenti Online” raggiungibile all’indirizzo internet: https://gefo.servizirl.it/fesr.

La procedura
informatica per la presentazione della domanda sarà disponibile nel Sistema
Informativo a partire dalle ore 14.00 del 21 marzo 2013 e fino
alle ore 12.30 del 15 maggio 2013.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here