La fine di Opengate Group

L’assemblea straordinaria non riesce a raggiungere il quorum e il consiglio d’amministrazione dispone la liquidazione del gruppo. Il 7 ottobre l’assemblea per Opengate Spa

3 ottobre 2003 Anche la terza convocazione dell'assemblea straordinaria di Opengate Group non è riuscita a raggiungere il quorum
del 20%. In assemblea era presente solo il 13% del capitale
con Pietro Pozzobon che da solo detiene il 10,6%.
Preso atto della situazione il consiglio d'amministrazione
Ha deciso che “Per quanto riguarda le controllate Opengate S.p.A. e Netric S.p.A.: attribuzione delle deleghe necessarie per la partecipazione delle Assemblee Straordinarie di Opengate S.p.A., prevista in forma totalitaria per il giorno 7 ottobre 2003, e di Netric S.p.A, già convocata per il giorno 13 ottobre prossimo.
L'ordine del giorno di tali Assemblee prevede le deliberazioni inerenti l'immediato avvio delle attività necessarie al fine di definire i più opportuni interventi a salvaguardia del business e dell'occupazione che verranno sottoposte al Tribunale di Varese nel corso delle udienze già fissate, in conseguenza delle revoche dell'Amministrazione Controllata, per il giorno 9 ottobre 2003”
.
Per quanto riguarda Opengate Group, invece, è stato disposto l' immediato avvio “delle attività necessarie per definire le più opportune procedure liquidatorie da sottoporre al Tribunale di Varese subito dopo l'assunzione delle delibere da parte delle assemblee delle Società controllate sopra richiamate”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome