La compliance da compiersi

Ibm rilascia Tivoli Access Manager, per il controllo globale dell’uso delle informazioni in azienda.

In generale, quando un'impresa è sottoposta a revisione, deve far fronte a un processo di controllo globale che coinvolge chiunque abbia accesso a qualsiasi applicazione, sia e-mail, portale, database o dati finanziari.


Allo scopo, c'è una nuova versione di uno strumento di Ibm destinata ad automatizzare i processi di controllo e di reportistica, in particolare in aziende come quelle dei settori finanziario e della sanità, che hanno specifiche esigenze di conformità alle normative, e quindi di controllo certificato delle proprie attività informative.


Si tratta di Tivoli Access Manager, una soluzione che mette a disposizione un unico punto dove poter controllare gli accessi (definito “all-in-one audit center”).


La nuova versione integra il processo di gestione catturando il dato in un punto centralizzato e generando automaticamente la reportistica a norma.


Tale pratica dovrebbe consentire a chi si occupa della sicurezza informatica in azienda di controllare gli accessi alle applicazioni, di prevenire la consultazione non autorizzata di documentazione confidenziale o l'accesso a informazioni finanziarie prima che queste diventino disponibili pubblicamente.


Centralizzando le funzionalità di reporting, insomma, i responsabili potranno localizzare e bloccare eventuali accessi non autorizzati alle informazioni.


E se combinate a Tivoli Federated Identity Manager, tali funzionalità possono essere estese al di fuori dell'impresa, permettendo allo staff It di di controllare centralmente e consentire l'accesso ai servizi a partner e terze parti.


Access Manager propone anche la gestione degli accessi basati sul Web, utilizzando Tivoli Directory Server o altro repository che contiene user name e password.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here