La Business intelligence in Grünenthal-Italia

Storia dell’implementazione delle soluzioni Ibm Cognos da parte di Axiante nella multinazionale farmaceutica.

Anche se a marchio Ibm Cognos, implementare soluzioni di Business intelligence non è mai una cosa semplice. Lo sa bene Grünenthal-Italia, multinazionale farmaceutica di origine tedesca giunta nel nostro Paese nel 1996 a seguito dell'acquisizione di Formenti e che, per ottenere un più ampio controllo dei parametri di business, si è avvalsa di Axiante.

Una partnership iniziata nel 2001, quando oltre che un brand Cognos era anche una realtà a sé stante e la società di consulenza italiana già supportava Grünenthal-Italia nell'implementazione di soluzioni di Bi nelle aree vendite, export e delle lavorazioni effettuate per la casa madre tedesca, presto estesa a marketing, controlling e amministrazione.

A convincere in primis Roberto Brambilla, It manager di Grünenthal-Italia, non sarebbe stata solo la rapidità con cui i dati aziendali possono essere fruiti grazie all'abbattimento dei tempi di analisi. All'interno di una nota ufficiale, il referente della filiale italiana della realtà a capitale privato, presente in oltre 80 Paesi con 20 filiali e 5.000 dipendenti ha, infatti, sottolineato l'importanza di poter fruire della modalità drill-down attraverso cui è possibile risalire agevolmente ai dati originari che costituiscono la base delle analisi e che permettono di verificare rapidamente se l'andamento del business è in linea con le attese o meno.

Un ulteriore avallo a questo genere di considerazioni arriverebbe anche da

Alberto Saibene, responsabile sviluppo dell'area Bi e Sap di Grünenthal che, con la recente estensione delle responsabilità della filiale italiana, a cui è stata assegnata la Region che comprende anche Austria e Svizzera, ha tutta l'intenzione di continuare ad avvalersi della collaborazione di Axiante per l'utilizzo di una soluzione che - stando a quanto affermato dal manager - permette di creare un cruscotto direzionale che riporta tutti i dati essenziali della gestione, incluso il forecast, esteso alla nuova dimensione regionale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here