Kindle va forte anche in Italia e guarda al retail

Bene le vendite del dispositivo di Amazon anche nel nostro Paese. Il Vice Presidente Amazon Kindle Europa parla di strategie future.

Dopo le dichiarazioni rilasciate sull’andamento delle vendite a livello internazionale, con 1 milione di dispositivi venduti ogni settimana, Amazon parla anche dell’Italia.
A due settimane dal lancio di Kindle anche sul nostro mercato, il 1° dicembre scorso, l’ereader di Amazon è il prodotto più venduto sul sito italiano della società, con un effetto traino decisamente importante anche per tutta la categoria ebook, leggibili anche su piattaforme diverse, utilizzando la App gratuita per iPad, iPod Touch, iPhone, Pc, Mac e dispositivi Android.

Del resto lo aveva detto, al momento del lancio, Jorrit Van der Meulen, Vice Presidente Amazon Kindle Europa: ”Il prezzo è stato un driver importante in tutti i Paesi nei quali abbiamo lanciato Kindle. In Europa da due anni, Kindle ha debuttato prima in Germania, poi in Francia e da dicembre in Italia e Spagna: e in ciascuno di questi Paesi la strategia è stata focalizzata sul prezzo basso. Così, ovunque Kindle è diventato il prodotto più venduto su ciascun sito nazionale”.
E se il prezzo è la leva che ha consentito di dare il primo giro al volano, Van der Meulen non trascura l’altro aspetto fondamentale: ”Le applicazioni, il dispositivo in italiano e i contenuti sono elementi che non possono mancare perché possa partire una strategia consistente sul fornte degli ebook”.

Ed è per questo che al momento del lancio, l’aspetto che Amazon ha sottolineato con maggiore enfasi è stato non semplicemente il numero di titoli a listino, ma soprattutto la presenza di tutti gli editori.
”Gli editori più grandi sono presenti su Kindle Store con accordi diretti con noi, mentre le case editrici più piccole sono presenti grazie alla collaborazione con distributori come BookRepublic, Edigita, Simplicissimus”.

Visto che di distributori si parla, Van der Meulen non esclude un prossimo ampliamento della rete di vendita, così come del resto accade in altri Paesi.
”Non si esclude la vendita del dispositivo Kindle su canali fisici, diversi dunque dal sito di Amazon. In questo caso, la nostra attenzione si punterà sulla selezione dei retail partner più idonei a coprire adeguatamente territorio e domanda”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here