Kelkoo: a Natale l’online compensa il calo dell’offline

Mentre sta per iniziare il tradizionale ponte dell’otto dicembre, nel quale prende il via la corsa agli acquisti di Natale, da Kelkoo una previsione sull’andamento complessivo delle vendite.

Nelle scorse settimane avevamo avuto modo di riportare i dati dell'analisi dell'Osservatorio sull'e-commerce del Politecnico di Milano, che, se pure con tutte le cautele del caso, per la prima volta presentava dati più che incoraggianti sullo sviluppo del commercio elettronico nel nostro Paese, sottolineando come il comparto in Italia cresca a un ritmo superiore rispetto a quello registrato in mercati nei quali si era precedentemente affermato, arrivando ormai a rappresentare il 2% dell'intero retail.

Con l'avvio anche in Italia della stagione natalizia, arrivando anche le previsioni di spesa degli osservatori del settore.
Secondo Kelkoo, ad esempio, su una spesa complessiva in lievissimo recupero rispetto allo scorso anno e che al termine della stagione natalizia potrebbe attestarsi alla soglia dei 44,5 miliardi di euro, le vendite online potrebbero raggiungere quota 1,76 miliardi di euro, in crescita del 31,3% rispetto all'anno precedente e pari al 4% delle vendite complessive, laddove le vendite offline registreranno di converso un regresso sempre a confronto con il pari periodo dello scorso anno.

”In un momento di crisi stiamo parlando comunque di crescite modeste - commenta Pierpaolo Zollo,
Country Manager, Kelkoo Italy, Spain, e New Territories - , che dimostra comunque come l'online riesca a trainare un comparto. Ed è una inversione di tendenza importante per un comparto che negli anni precedenti non riusciva a compensare con i suoi incrementi graduali la decrescita dell'offline”.
Come già evidenziato dallo studio del Politecnico di Milano, Zollo evidenzia come lo stato di fermento che sta interessando l'ecommerce italiano sia in parte da attribuire anche alla comparsa sulla scena di nuovi attori.
”Il couponing da un lato e l'arrivo di un player come Amazon hanno sicuramente fatto la differenza”.
Zollo sottolinea per altro come un anno fa Amazon non presentava sul proprio sito italiano tutte le merceologie che oggi sono invece presenti e con le quali riesce a sostenere tutte e sei le settimane che rappresentano la stagione natalizia.

Tra i motivi che sembrano incoraggiare gli utenti a ricorrere all'online per il loro shopping delle feste, in primo luogo l'economicità delle offerte, l'assortimento, la garanzia di consegna.
Ed è proprio questo insieme di fattori che rende determinante lo sviluppo di strumenti che diano all'utente non solo la visibilità sugli sconti e sulle offerte in corso, ma anche la possibilità di comparare prodotti o di ricercarli mediante parole chiave.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here