Java dagli application server fino ai telefoni

La JavaOne Conference, in corso di svolgimento a San Francisco, sta mostrando, accanto al prevedibile interesse di molti produttori di tool di sviluppo, anche una diffusione del linguaggio che travalica i confini dell’informatica tradizionale.

Alla JavaOne Conference di San Francisco il pc non è più il centro del mondo e non solo per quel che si è visto in questa sesta edizione. Il linguaggio promosso da Sun è molto diffuso nella comunità di sviluppatori che creano applicazioni per servizi Web destinati ai più diversi dispositivi tecnologici. Proprio il creatore di questo strumento open source (più o meno, a seconda dei punti di vista) ha dettato il motivo conduttore della manifestazione, presentando un kit di sviluppo di servizi Web, denominato Jax Pack, per gli application server compatibili con Java 2 Enterprise Edition (J2ee). Si tratta di uno strumento gratuito composto da un server Jsp (Java Server Pages), un insieme di interfacce Xml e Java Server Faces, un modulo, quest'ultimo, che permette di accelerare lo sviluppo di interfacce grafiche servite da un Jsp. Sun raccomanda di usare la versione 1.2 di J2ee, per ragioni di stabilità, mentre la 1.3, che includerà il supporto Xml nativo, è prevista per l'autunno. Un'ulteriore upgrade, la 1.4, arriverà poi nel 2002 e integrerà il Web Services Development Kit.
Il Jax Pack di Sun fa parte di un più ampio Web Services Pack, che offre il supporto a vari standard industriali, come Xml, Soap e i servizi di directory inclusi nell'iniziativa Uddi. Sun ha poi introdotto anche il primo kit di sviluppo per server Cobalt, ovvero gli appliance acquisiti lo scorso anno e dedicati soprattutto alla gestione di attività Web. Il prodotto offre funzionalità che consentono ai server di far girare servlet Java e distribuire pagine Web personalizzate usando Jsp. Queste tecnologie sono costruite sul pacchetto open source Tomcat, disegnato sullo schema del progetto Jakarta alla Apache Software Foundation.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here