Cerca
in
newsletter
Come funziona il router ADSL
Tutorial
Come funziona il router ADSL
E’ il migliore dispositivo per collegarsi a Internet con banda larga. Permette di condividere l’accesso e risulta conforme a standard e protocolli

febbraio 2005 Con quattro milioni di utenti ADSL a fine 2004 e il raddoppio previsto a fine 2005, l'Italia è seconda solo al Regno Unito per il ritmo di crescita della banda larga.

Mentre è normale che le aziende si colleghino a Internet attraverso un router ADSL, nelle abitazioni hanno avuto ampia diffusione i modem ADSL per il basso costo e la semplicità di installazione.

D'altra parte, per condividere la connessione tra più PC (usando un solo indirizzo IP) è necessario un router, che può essere un componente hardware (con incorporato il modem ADSL) o una funzione software, come ad esempio la Condivisione connessione Internet di Windows XP (in combinazione con un modem ADSL).

Visto il basso costo e la flessibilità d'uso, consigliamo in tutti i casi l'acquisto di un router ADSL standard (bastano 60 euro) evitando i prodotti forniti dai gestori; aziende e forum di utenti segnalano infatti casi di alterazione del firmware di certi router ADSL forniti da Telecom Italia, che risultano privi di alcune funzionalità.

A cosa serve il modem ADSL? Un modem ADSL ha il compito di trasformare il segnale ADSL in segnale digitale e viceversa, ignorando la componente audio telefonica (analogica).

Il segnale ADSL è il risultato di un multiplexing a divisione di frequenza, il che significa che l'intera banda del segnale, costituita dal canale telefonico analogico, dalla banda di upload (trasmissione) e dalla banda di download (ricezione), è suddivisa in tanti canali o sottoportanti.

Queste occupano piccole bande di frequenza separate, che sono modulate in modo indipendente e si sovrappongono nel segnale che viaggia sul doppino telefonico.

Di solito la banda totale è larga 1,1 MHz ed è suddivisa in 256 sottoportanti larghe circa 4,3 KHz. I sottocanali da 1 a 6 sono riservati alle comunicazioni analogiche (telefono e fax tradizionali) e a una zona di guardia per evitare interferenze, mentre i canali da 25 KHz in su sono dedicati alla trasmissione dati: solitamente 32 canali per l'upload e 218 per il download.

Il potenziale di una linea ADSL è molto superiore a quello dei contratti a “basso costo” da 640/256 Kbps; i normali modem e router ADSL per l'Europa supportano infatti 8 Mbps in ricezione e 1 Mbps in trasmissione.

Modem e router
Un modem ADSL interfaccia da un lato la linea telefonica e dall'altro l'interfaccia USB o Ethernet del vostro computer. Di per sé, non permette di collegare più computer a Internet, a meno di non utilizzare appositi software o la Condivisione connessione Internet di Windows XP.

Quest'ultima vi permette di collegare un modem USB a un PC dotato di scheda di rete collegata a un hub o switch, condividendo l'accesso Internet con i PC connessi allo switch.

Questo però vi costringe a tenere un PC sempre acceso e di solito impedisce di inserire un firewall hardware tra il modem e il PC, perché normalmente i firewall non supportano il protocollo PPPoA (Point to Point Protocol over ATM) comunemente utilizzato per le connessioni ADSL.

Se avete una rete locale, composta da almeno due PC collegati tramite un piccolo switch, la soluzione più semplice è installare un router ADSL, che incorpora le funzioni di modem ADSL, di router e in molti casi anche di switch a quattro porte.

Un router è un dispositivo che instrada i dati da una rete all'altra ed è il componente di rete che ha reso possibile Internet.

Nella parola internetworking (interconnettere le reti) la funzione “inter” è svolta dai router, che utilizzano una serie di protocolli e gli indirizzi IP per fare in modo che i pacchetti vengano trasportati da un computer all'altro seguendo il percorso più efficiente attraverso l'intreccio di reti che compone Internet.Nel piccolo di casa vostra, il router ADSL interconnette la rete del provider alla vostra rete locale.

La rete del provider, che ha carattere regionale o nazionale, è una rete geografica o WAN (Wide Area Network), mentre la vostra rete locale è una LAN (Local Area Network).

WAN e LAN sono quindi le due porte del router ADSL; la prima è una presa RJ-11 da collegare alla presa telefonica con un doppino (lo stesso che usavate con il modem a 56 Kbps), la seconda è una presa Ethernet RJ-45 da collegare allo switch tramite un normale cavo di rete UTP (doppino non schermato) di categoria 5.

continua...

Europarlamento24 EPeople

Con il supporto del Parlamento europeo
Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione Europea nel contesto del programma di sovvenzione del Parlamento Europeo per la comunicazione. Il Parlamento Europeo non ha partecipato alla sua preparazione e in nessun caso è responsabile o vincolato per le informazioni contenute e le opinioni espresse nel contesto del progetto.
In accordo con la legge vigente, gli unici responsabili sono gli autori, le persone intervistate, gli editori o i soggetti di trasmissione. Il Parlamento Europeo non può essere ritenuto responsabile per gli eventuali danni diretti o indiretti che possono scaturire dall'implementazione del progetto.
Centro Risorse

Test

HP ProLiant MicroServer, una piccola macchina per grandi compiti

Le dimensioni sono molto contenute ma la ...

In pratica

Con Partition Guru è più facile gestire gli hard disk

Un'utility disponbile anche in versione ...

In pratica

Velocizzare le procedure di GMail con le funzioni di GMail Labs

Gli utenti dell'e-mail di Google possono ...

In pratica

Come "liberare" drive USB non rimovibili, file bloccati e non cancellabili

Quando non si riescono a eliminare/spostare ...

Eventi e servizi
Avvocati 24 Guida alla ricerca degli studi legali

New Business Media

New Business Media Srl. Tutti i diritti riservati.

Sede legale Via Eritrea 21 - 20157 Milano - Codice fiscale, Partita IVA e Iscrizione al Registro delle imprese di Milano: 08449540965