Italia.it è tornato

Michela Vittoria Brambilla presenta il nuovo portale. Molto televisivo e con spazio alle prenotazioni dirette per gli alberghi

A poco più di tre anni di distanza dal primo annuncio di Lucio Stanca torna Italia.it. Il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla con Silvio Berlusconi e il ministro per la Pa Renato Brunetta, ha presentato il portale che sarà online nelle prossime ore e dovrebbe essere a regime entro la fine dell’anno. Poco più di cinque milioni è lo stanziamento per il nuovo Italia.it che è stato realizzato in collaborazione con l’Aci.


''Italia.it sarà un portale con una forte propensione promo-commerciale - ha spiegato il ministro Brambilla -. Sarà sviluppato in tre macroaree. La prima, quella dei contenuti, sarà organizzata non per destinazioni, ma per temi turistici (mare, montagna ecc). Inoltre verrà strutturato un metaportale, Cercaitalia, che raccoglierà tutti i siti degli enti turistici italiani''.


Il sito, caso unico al mondo secondo Brambilla, permetterà di effettuare tour virtuali con visite guidate ai luoghi del Belpaese, mentre la parte promozionale permetterà a tutte le strutture ricettive di avere una propria pagina gratuita sul sito oltre che di effettuare direttamente le prenotazioni.


“Il cliente – ha precisato ilo ministro del Turismo - farà quindi il primo step della prenotazione online che poi avverrà sul sito dell'impresa stessa''. A disposizione di tutti gli operatori del turismo ci sarà anche una sezione b2b. In puro stile 2.0 una parte del sito sarà a disposizione delle opinioni dei navigatori che con le loro osservazioni potranno contribuire al miglioramento del portale.



Secondo quanto mostrato dal ministro, il sito si presenta con un home page dove spicca un messaggio del presidente del consiglio, al centro della pagine c’è un video promozionale e a fianco altri video dedicati alle regioni. La forte connotazione televisiva appare una delle caratteristiche principali del portale che potrebbe entrare in concorrenza con tutti i portali turistici che offrono anche la prenotazione degli alberghi.


Italia.it versione Brambilla è l’erede del portale lanciato da Lucio Stanca che, secondo una parzialissima e molto sintetica ricostruzione del ministro Brunetta, aveva a disposizione un ingente stanziamento di 45 milioni di euro. “Poi è stato preso in mano dal governo che è venuto dopo che ha buttato via un po’ di soldi e ha chiuso questa esperienza”. In realtà il fallimento di Italia.it è una coproduzione dei governi Berlusconi e Prodi. Il primo aveva realizzato un portale che piazzava il Monte Rosa in Lombardia e il secondo, con il ministro Rutelli, non era riuscito a raddrizzare la barca decidendo poi di chiudere la baracca.


Ora il portale è tornato. In attesa di verificarne in contenuti la partenza sembra migliore dell’esperienza precedente.
Ma si attende il parere della rete.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here