Gli IT manager useranno sempre più container

Con la quinta edizione del Customer Tech Outlook, Red Hat si è rivolta agli IT manager suoi clienti (400 in tutto il mondo) per capire a che punto sono arrivati nel loro percorso tecnologico e dove intendono andare nel 2019.

Tra le indicazioni principali emerge che la sicurezza rimane importante per tutte le questioni e aree tecnologiche, che la trasformazione digitale è fondamentale ma ancora complessa da gestire e che cloud e container accrescono la loro presenza, con ancora dubbi in tema di strategia e sicurezza.

Nonostante esistano piani verso l’adozione di cloud e container, la tradizionale infrastruttura virtuale ha sempre un ruolo vitale per la gran parte delle aziende, sia per i workload nuovi che per quelli già esistenti.

Gli It manager ormai concordano sul fatto di dover standardizzare su un unico sistema operativo per ottenere i vantaggi promessi dall’utilizzo di Linux in ambienti tradizionali, container e nativi cloud.

Riguardo i container risulta che le aziende sono ormai pronte ad abbracciarli in maniera decisa. Secondo la ricerca, l’utilizzo dei container aumenterà dell’89% nel corso dei prossimi due anni.

Le priorità di investimento indicate dalle aziende in ambito IT per il 2019 sono, in ordine, l’automazione delle attività IT, l’infrastruttura cloud e la sicurezza.

Sono le stesse priorità che erano state indicate lo scorso anno, ma in ordine differente, con l’automazione che è passata dal terzo al primo posto, essendo stata indicata tra le principali tre aree di investimento dal 44% degli interpellati, rispetto al 36% dello scorso anno, indicando una maggiore enfasi sul desiderio di eliminare le operazioni manuali dall’IT.

In quarta e quinta posizione ci sono l’ottimizzazione e modernizzazione di sistemi IT legacy e l’integrazione enterprise.

Per l’ottimizzazione IT, le organizzazioni continuano a trasferire i loro investimenti dai sistemi legacy a quelli innovativi, anche se per la maggior parte delle imprese, oltre la metà degli investimenti IT continua a essere destinato alle tecnologie esistenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome