01net

iPhone X, lo smartphone del futuro secondo Apple

Apple ha presentato l’iPhone X, lo smartphone del decennale, che però più che essere celebrativo del passato è destinato a tracciare la via per il prossimo decennio. In questo senso si presenta con un design e con caratteristiche decisamente innovative per la produzione Apple, ma che, a essere sinceri, alcune di queste i concorrenti le usano già da tempo. Comunque sia, Apple le ha implementate come solo lei sa fare e il risultato è di tutto rispetto.

iPhone X sarà disponibile dal 3 novembre in argento e space grey in modelli da 64 GB e 256 GB a partire da 1.189 euro. Sarà possibile ordinare iPhone X a partire da venerdì 27 ottobre.

Come si diceva, iPhone X introduce un design con un display a schermo intero che segue precisamente le curve del dispositivo, con angoli eleganti e arrotondati.

Il frontale e la parte posteriore (in argento o in space grey) sono di vetro: “il più resistente mai usato in uno smartphone” precisa Apple.

Una striscia in acciaio inossidabile lucidata avvolge e rafforza l’iPhone X. Un processo a sette strati consente di ottenere precise tonalità di colore e opacità sulla finitura di vetro, e uno strato ottico riflettente aumenta la ricchezza dei colori, rendendo il design elegante quanto resistente, fornendo al contempo resistenza all’acqua e alla polvere.

Il display da 5,8 pollici è Super Retina a tecnologia OLED per fornire colori intensi e veri neri, un rapporto di contrasto da milione a uno con la migliore gestione colore in un smartphone.

Il display HDR supporta Dolby Vision e HDR10, per rendere ancora più sorprendenti foto e video. L’aggiunta di True Tone regola dinamicamente il bilanciamento del bianco del display in modo che corrisponda alla luce circostante per un’esperienza di visualizzazione più naturale e simile a quella carta.

iOS 11 è stato ridisegnato per sfruttare appieno il display Super Retina e sostituire il pulsante Home con gesti veloci e fluidi, consentendo di navigare in modo naturale e intuitivo in iPhone X.

Dell’autenticazione si occupa Face ID utilizzando un sistema di fotocamere TrueDepth composto da proiettore, fotocamera a infrarossi e illuminatore e gestito dal nuovo processore A11 Bionic per mappare e riconoscere con precisione un volto.

Queste tecnologie avanzate per il rilevamento delle profondità permettono di sbloccare l’iPhone X, abilitano Apple Pay e danno accesso ad applicazioni sicure e a molte altre nuove funzionalità. Face ID consente di sbloccare l’iPhone X solo quando lo si guarda ed è progettato per impedire lo spoofing tramite foto o maschere.

iPhone X dispone inoltre di una fotocamera posteriore dual 12 megapixel ridisegnata con doppia stabilizzazione ottica dell’immagine. L’apertura ƒ / 1.8 della fotocamera grandangolare unita all’apertura apertura ƒ / 2.4 della telecamera teleobiettivo consente di ottenere migliori foto e video. Un nuovo filtro a colori e un migliorato processore di immagini offrono un’elaborazione avanzata dei pixel, un’ampia acquisizione di colori, un autofocus più veloce in condizioni di scarsa luminosità e migliori foto HDR. Un nuovo Flash True Tone a quattro LED raddoppia l’uniformità della luce e include Slow Sync per avere più uniformità nelle luci di background e nei primi piani.

In iPhone X ogni fotocamera è calibrata individualmente, con nuovi giroscopi e accelerometri per un preciso monitoraggio del movimento. La nuova fotocamera offre anche la cattura video di alta qualità, con una migliore stabilizzazione: si parla di 4K fino a 60 fps e 1080p slo-mo fino a 240 fps. L’encoder video progettato da Apple fornisce un’analisi in tempo reale dell’immagine e del movimento.

La modalità ritratto con l’illuminazione Portrait su entrambe le telecamere anteriori e posteriori permette nuovi effetti e di catturare ritratti con un profondità di campo molto limitata in cinque diversi tipi di illuminazione.

La telecamera TrueDepth dà vita agli emoji in un modo divertente con Animoji. Lavorando con il processore A11 Bionic, la videocamera TrueDepth cattura e analizza oltre 50 diversi movimenti muscolari del viso, animando queste espressioni in una dozzina di Animoji diversi, tra cui un panda, unicorno e robot.

Il nuovo processore A11 Bionic presenta un design a sei core con due core di prestazioni che sono più veloci del 25%dell’A10 Fusion e quattro core di efficienza, il 70% più veloci. Un nuovo controller può sfruttare contemporaneamente tutti e sei i core, garantendo prestazioni superiori ai 70 per cento per i carichi di lavoro multi-threaded rispetto all’iPhone 7, ma offrendo due ore di autonomia in più.

Il design del retro consente la ricarica wireless che funziona con l’ecosistema Qi. Durante la presentazione Apple ha mostrato anche AirPower, un proprio accessorio di ricarica senza fili che arriverà nel 2018 e che permetterà ai clienti iPhone 8, iPhone 8 Plus o iPhone X di caricare contemporaneamente fino a tre dispositivi, compresi Apple Watch Serie 3 e una nuova custodia wireless di ricarica opzionale per AirPods.