L’iperconvergenza, cos’è e perché fa bene al datacenter

Scarica il whitepaper

La caratteristica essenziale dell’Ict richiesta oggi è l’agilità.
Le architetture tradizionali, organizzate per silos e per blocchi, nei quali ogni carico di lavoro, se non addirittura ogni applicazione, aveva il suo ambiente di lavoro fisicamente inteso, con alimentazione, elaborazione, storage e rete non sono più adeguate alle esigenze di oggi.

Le esigenze di oggi puntano a una rimozione dei vecchi vincoli, puntando a erogare prestazioni ed efficienze mai avute prima.
Per questo la risposta alle richieste dei nuovi datacenter sta nell’iperconvergenza: si tratta di un rinnovamento dell’ambiente operativo che semplifica il datacenter, anche ridefinendo il termine, con risparmi economici piuttosto forti.

In questo whitepaper proponiamo una disamina dei punti chiave dell'iperconvergenza, dei suoi elementi costitutivi, delle normative di riferimento, perché il livello qualitativo dell’Ict è in qualche modo garantito anche dagli standard, sia tecnici sia professionali: in questo caso parliamo di Itil per i professionisti e l’ISO 20000 per i sistemi informativi.

Buona lettura!

Scarica il whitepaper

 

LASCIA UN COMMENTO