Quando l’IoT comincia in azienda con i tag Rfid

La consumerizzazione dell'Internet of Things è entrata nella nostra vita quotidiana, ma non ancora in quella delle imprese, che stanno cercando modi in cui l' IoT può essere utile a loro e ai loro utenti per migliorare le attività.

Uno dei principali fattori di avvicinamento al sistema IoT nelle imprese è stata la semplice aggiunta di etichette Rfid per le funzioni operative.

Alcuni tag Rfid che hanno batterie, trasmettitori attivi ed elettronica integrata per acquisire e ritrasmettere informazioni hanno un costo di 15-50 dollari a pezzo.

Rfid, come si utilizza in azienda

D'altra parte, i tag Rfid passivi sono estremamente economici, con un costo da 5 a 10 centesimi ciascuno. I tag passivi non hanno un'elettronica attiva, hanno semplicemente un codice identificativo simile a quello di un codice a barre, ma a differenza dei codici a barre che richiedono lettori a linea di vista per la loro scansione, i tag Rfid passivi possono attivarsi e rispondere a diversi metri di distanza senza bisogno di un accesso visivo.

Le organizzazioni hanno visto un valore significativo nell'uso di questi tag per inventari, ma anche nel caso degli ospedali che seguono le forniture mediche, gli uffici commerciali che controllano la quantità di carta per stampanti lases che hanno a disposizione o i ristoranti che controllano la quantità di merci non deperibili che hanno in dispensa.

Le organizzazioni che dedicano tempo al conteggio manuale degli articoli o che hanno tradizionalmente utilizzato codici a barre per la scansione e il conteggio degli articoli possono beneficiare dei sistemi Rfid per il costo di pochi centesimi di tag.

Uno scanner Rfid può essere collocato in una posizione centrale, attivata, e le etichette Rfid rispondono con i loro numeri Id associati a un articolo e a una quantità dell'articolo. L'etichettatura può tracciare l'inventario che ha una data di scadenza per assicurarsi che sia posizionato dove sarà utilizzato prima della scadenza.

Per la maggior parte delle imprese che implementano Rfid, un processo di inventario manuale che richiedeva cinque persone per un totale di 100 ore, può richiedere solamente due ore.

Per quanto le organizzazioni pensino spesso a Rfid come a una tecnologia che tiene traccia di "oggetti" come l'inventario, negli scenari di servizio al cliente sono stati utilizzati una manciata di casi di uso commerciale.  Invece di tracciare gli oggetti, i tag Rfid seguivano le persone o i dispositivi associati alle persone.

In ospedale, i bracciali con codice a barre con l'Id del paziente sono stati sostituiti con bracciali Rfid. Ciò ha permesso di tracciare dove i pazienti si sono spostati all'interno della struttura. I tag registrano l'ora di entrata e di uscita delle strutture ospedaliere, aiutando a rintracciarli per le cure.

Un'organizzazione alberghiera ha tagliato i tempi di check-in per i clienti principali da otto minuti a 75 secondi inserendo etichette Rfid sulle loro carte fedeltà. Il personale è stato in grado di riconoscere questi clienti, richiamare le informazioni sul loro profilo e salutarli senza fargli fare la fila.

Le etichette Rfid hanno avuto un uso molto vantaggioso nella risoluzione di scenari di business case che hanno ridotto i costi di manodopera, aumentato l'accuratezza delle scorte, ridotto al minimo gli sprechi e migliorato la risposta del servizio clienti.

L'uso reale delle etichette Rfid nel mondo reale, parte di una strategia di internet degli oggetti, ha vantaggi semplici ma molto efficaci per organizzazioni di tutte le dimensioni, industrie e mercati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

Comments are closed.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here